I giocatori di Need for Speed potrebbero essere forzati a giocare il titolo di Electronics Arts costantemente connessi ad internet. Il problema è che anche nelle partite in solitaria, dove gli altri giocatori sarebbero rimpiazzati da automobilisti controllati dalla AI, si dovrà collegare il gioco alla rete.

In una recente intervista con PC Games, Marcus Nilsson, executive producer presso Ghost Games, sembra ottimista riguardo ad una probabile modalità offilne che potrebbe essere inserita in futuro. Questa scelta potrebbe aiutare molto, nel caso di un malfunzionamento dei server del gioco.

Durante l'intervista, Nilsson ha reso chiaro che la compagnia vuole che gli utenti siano in grado di poter giocare il titolo per gli anni a venire, il che potrebbe significare l'aggiunta della modalità offline al gioco.

"Need for Speed è fondamentalmente concepito come una sorta di live-service", ha spiegato l'executive producer. "Vogliamo che il gioco sia costantemente aggiornato tramite updates e nuovi contenuti. Per ottenere questi vantaggi il gioco richiede una connessione permanente ad internet".

Il problema nasce nel momento in cui il titolo segue la stessa linea di pensiero usata in Sim City, e la formula "sempre connesso ad internet" non ha fatto decollare il gioco verso il successo. Sarebbe un vero peccato se anche Need for Speed dovesse subire lo stesso trattamento.

Quindi, se i fan richiedono a gran voce l'inserimento della feature offline, forse verrà inserita con qualche update dopo la release del titolo. Cosa ne pensate? Il gioco deve essere costantemente connesso ad internet? O bisognerebbe avere la scelta della modalità offline? Fatecelo sapere nei commenti.

Compra Need For Speed su Amazon.

[header_banner]