Ubisoft ha annunciato oggi che sta incrementando le dimensioni e le ambizioni dello studio con sede a Milano. Il team di Ubisoft Milan si è recentemente trasferito in via dei Missaglia 89. Dopo molti anni trascorsi nella sede di Viale Cassala, lo studio di sviluppo ha trovato una nuova casa" più adatta alla crescita del team, che si pone l’obiettivo di superare il numero di 60 persone entro la fine dell’anno".

Fondato nel 1998, lo studio milanese ha cominciato con lo sviluppo di titoli per console portatili, seguiti nel 2001 dalla prima produzione completamente originale per PlayStation 2 e PC, Rayman M, in collaborazione con gli studi francesi di Ubisoft. Nel corso degli anni il team si è misurato con alcune delle più famose serie di Ubisoft (Tom Clancy’s Rainbow Six, Assassin’s Creed, Tom Clancy’s Splinter Cell, Rabbids).

Ora Ubisoft Milan sta contribuendo allo sviluppo di un titolo annunciato durante il recente E3 di Los Angeles: Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands. Lo studio focalizzerà la propria attenzione sulla ricerca di programmatori, game designer, animatori 3D, artisti 2D e 3D e designer di UX e UI.

“Siamo orgogliosi di lavorare su un titolo così importante come Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands. È un progetto a cui possiamo contribuire con il nostro talento e la nostra esperienza, acquisendo e continuando a sviluppare nuove competenze”, ha dichiarato Dario Migliavacca, Managing Director di Ubisoft Milan. “Grazie al trasferimento in uffici più spaziosi e dotati di infrastrutture di ultima generazione potremo crescere ulteriormente e puntare a superare il numero di 60 persone dedicate allo sviluppo entro la fine dell'anno”.

[header_banner]