L’espansione Il Re dei Corrotti aggiunge 4 assalti a Destiny, di cui uno esclusivo per PS4, ma in realtà apporta modifiche anche a diversi Assalti di quelli già presenti nel gioco base e nelle prime espansioni. Ben due dei nuovi Assalti sono ambientati nell’Astrocorazzata, la nuova location aggiunta con questo DLC: iniziamo proprio da questi due. Fratelli di Sangue è già stato mostrato in parte durante una delle dirette di Bungie che hanno preceduto il lancio della nuova espansione. La missione consiste semplicemente nel trovare una squadra d’assalto Cabal, e impedirgli di far esplodere il nucleo della nave. Di base Fratelli di Sangue è giocabile a livello 36, ed è possibile giocarlo anche a livello 41 nella apposita playlist; è una delle missioni a tre giocatori più complicate, perché i boss saranno due, che si alterneranno nella stanza finale insieme ad altri nemici minori, alcuni abbastanza ostici.

A differenza dei precedenti Assalti, una delle principali difficoltà è l’assenza di punti coperti nella grandissima stanza in cui si tiene lo scontro finale, e il fatto che uno dei due fratelli lancia assalti a distanza, delle specie di missili ad Arco che colpiscono un’area della stanza segnalata appena prima dell’esplosione da un cerchio azzurro, mentre l’altro fratello colpisce corpo a corpo inseguendo continuamente le sue prede, e nel finale, in cui entrambi sono in campo, non è semplicissimo riuscire ad eliminarli nemmeno con la difficoltà normale, se non con armamenti molto potenti.

Non entro nel dettaglio delle tattiche utili a sconfiggere i due boss Cabal, per non rovinare l’esperienza, ma di sicuro è uno degli Assalti più ispirati, e impegna i giocatori per quasi il doppio del tempo medio degli Strike delle precedenti espansioni. Il secondo ambientato sull’Astrocorazzata è La Cella senza Sole, più semplice di Fratelli di Sangue, con un singolo boss, in questo caso un Campione dell’Alveare, che utilizzerà un attacco corpo a corpo con la spada, molto potente, nella stanza circolare in cui affronterete la boss fight.

Un assalto simile a quelli più vecchi, meno ispirato e più semplice di quello con i due fratelli Cabal e che almeno personalmente non ha lasciato il segno, ed è facilmente affrontabile anche a difficoltà maggiore. D.A.G.A. Caduta invece è ambientato sulla Terra, in una zona nuova sbloccata dentro al vecchio complesso di Rasputin, dei tre nuovi Assalti giocabili su tutte le piattaforme è di sicuro il più facile. Bisognerà rispondere alla richiesta di soccorso di Rasputin, la mente bellica, ed affrontare diversi nemici di medio livello (è giocabile come i precedenti due al 36 o al 41) fino ad arrivare ad una stanza in cui saranno presenti diversi tipi di trappole, come i pavimenti elettrificati o che si aprono sotto i piedi dei Guardiani, in cui si affronterà il boss, D.A.G:A. 2, un enorme e fastidioso Stiletto troppo cresciuto.

Bella l’aggiunta delle trappole nella boss-fight, ma l’Assalto non è complicato, se affrontato con il giusto armamento ed equipaggiamento, e l’ambientazione è un riciclo di zone sulla Terra con l’aggiunta di alcune stanze. L’ultimo Assalto invece è Camera dell’Eco, esclusivo fino al 2016 sulle piattaforme PlayStation, che è ambientato su Venere ed è molto simile alla Mente Intramontabile, che era esclusivo per le console Sony fino all’usita del Re dei Corrotti.

Aspettando il caricamento della nuova mappa Bannerfall.
Aspettando il caricamento della nuova mappa Bannerfall.

Camera dell’Eco vi porterà ad affrontare Theosyon, la Mente Ristorativa, una mente Vex simile al Nexus, con diverse trappole nella stanza finale, di quelle disattivabili prelevando un manufatto in un punto e portandolo in un altro punto, poco distante. Al di là del sistema di trappole, comunque già visto durante la campagna di questa espansione, l’Assalto è come dicevo prima, molto simile ad uno dei precedenti, e anch’esso non è troppo impegnativo.

Ad aumentare l’offerta e la varietà di Assalti su Destiny, però, vanno aggiunte anche le nuove versioni, con varianti nei nemici e la presenza dei Corrotti, di numerosi assalti del gioco base e delle ’espansioni precedenti. La varietà nelle playlist Assalto, ora presenti a livello 20, 36 e 41, è davvero enorme, e difficilmente troverete due assalti uguali in breve tempo, e oltre al matchmaking anche il sistema di ricompense è notelvomente migliorato, consentendo di ottenere migliori drop giocando più assalti nella playlist consecutivamente.

Anche il Crogiolo ha molte novità, in primis le otto nuove mappe disponibili, e la nuova modalità Frattura, a cui andrà aggiunta Pandemonio, che però questa settimana non è presente nelle varie playlist PvP. Le otto mappe sono tutte ispirate, e molte si adattano bene alla modalità Frattura, una via di mezzo fra Cattura la Bandiera e Cerca e Distruggi degli altri FPS, in cui i 6 guardiani per squadra si contenderanno una Scintilla che si carica in un punto preciso della mappa, e dovranno portarla nella frattura vicina alla base dei nemici per farla esplodere.

L’esplosione uccide molti nemici e la prima squadra che porterà 4 Scintille alla Frattura avversaria, otterrà la vittoria (che in caso del superamento del tempo limite verrà data in automatico alla squadra che ha più consegne e punti). I limiti di questa modalità sono che è preferibile giocarla con amici per potersi muovere in maniera più coordinata, e che molte mappe piccole, soprattutto di quelle già presenti nel Crogiolo prima del Re dei Corrotti, rendono la zona di ricarica della Scintilla un ritrovo di camper, con l’azione bloccata in quell’area della mappa, senza molte possibilità di trasportare il manufatto se non di qualche metro, visto che la morte del portatore annullerà la scintilla, senza la possibilità di recuperarla, se non aspettando la ricarica successiva.

Le mappe sono: Memento, ambientata nelle Zone Morte Europee sulla Terra, Dungeons, sull’Astrocorazzata tra gli anelli di Saturno, Frontiera, ambientata nel Perimetro della Città sulla Terra, Vertigo su Venere, Bannerfall nell’Ultima Città sulla Terra, Crossroad ambientata su Marte, Nave Fantasma, la prima mappa ambientata sull’Atollo e per finire Settore 618, la mappa esclusiva per PlayStation, situata nel Cosmodromo, sulla Terra. Vi proporremo l’analisi più approfondita delle singole mappe di Crogiolo in un prossimo speciale dedicato, in modo da poter entrare più nel dettaglio, e di avere il tempo di esplorarle a fondo, per trovarne pregi e difetti. Domenica vi porteremo l’ultima parte di questa recensione, in cui descriveremo ed analizzeremo le missioni della Corte di Oryx, e la nuova Incursione, La Caduta di un Re, che sarà disponibile a partire da stasera alle 19:00

[header_banner]