Stando alle informazioni ottenute da Daley, presentatore di The Codec Podcast, dietro la rottura tra Hideo Kojima e Konami ci sarebbe una questione economica.

Grazie all'intervento del co-host, che è stato in contatto con Rika Muranaka, autore delle colonne sonore dei primi tre Metal Gear Solid, veniamo a conoscenza di alcuni interessanti dettagli sulla vicenda.

Pare che la rottura tra Konami e il game designer giapponese sia avvenuta per via della tipologia di pagamento che Kojima ha ricevuto e continua a ricevere per l'ideazione e lo sviluppo di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain: sembrerebbe infatti che Konami abbia optato per una paga fissa e non dipendete dal successo del gioco e che, per via della crescita esponenziale del progetto e delle continue richieste di Kojima-san, ci sia stata una rottura indissolubile tra le parti.

Insomma, a quanto pare il fatto che Kojima volesse rendere The Phantom Pain il miglior gioco possibile è il motivo per cui è nato il conflitto interno con Konami...

Per ascoltare l'intervento non dovete far altro che avviare il video presente in questa news a circa 20 minuti dalla fine o raggiungere il post su Reddit che ha segnalato l'indiscrezione per leggerlo nel dettaglio.

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain sarà disponibile dall'1 settembre per PS4, PS3, Xbox One e Xbox 360 e dal 15 settembre per PC. Vi invitiamo a restare con noi per conoscere tutti i risvolti ufficiali della faccenda.

[header_banner]