Dopo i duri commenti del pubblico su Watch Dogs, Ubisoft ha cambiato la politica sul materiale da mostrare.

A confermalo è il CEO della compagnia Yves Guillemot, che ha dichiarato come tutti i giochi mostrati all'E3 2015 erano pronti a girare sull'hardware di destinazione.

"All'E3 2015 abbiamo deciso di mostrare solamente titoli giocabili. Quando mostriamo qualcosa, chiediamo sempre al team di rendere il prodotto giocabile e mostrare ai giocatori quello che sarà il prodotto finale. Questo è quello che abbiamo imparato dopo aver presentato Watch Dogs: se il titolo non gira sull'hardware al quale è destinato può essere un rischio", le parole di Guillemot.

Per quanto riguarda Watch Dogs, Guillemot pensa che Ubisoft abbia fatto un buon lavoro: una nuova IP, sviluppata con una tecnologia ma il prodotto era troppo complesso. Elementi come la connettività con device mobile, il multiplayer seamless e altri fattori erano troppo per la prima comparsa del titolo.

[header_banner]