Mi piace pensare che la canzone del trailer non sia stata scelta del tutto casualmente e che 'Ghost Riders in The Sky' di Johnny Cash rappresenti un indizio

Quello di Mass Effect 4 era, tra i tanti, l'annuncio che aspettavo più di tutti dall'E3 appena concluso ed Electronic Arts mi ha accontentato, in un certo senso. Durante la conferenza del publisher statunitense è stato rivelato, con un trailer, quello che da tempo si vociferava essere il quarto capitolo della saga spaziale di BioWare, ovvero Mass Effect: Andromeda.

Già dal novembre del 2012 eravamo a conoscenza di un nuovo capitolo dello sviluppo della serie, grazie ad un tweet di Casey Hudson, executive producer della serie. Nel messaggio si faceva riferimento allo sviluppo di un "gioco di Mass Effect completamente nuovo", e inoltre veniva chiesto ai follower di esprimersi su cosa avrebbero voluto vedere nel titolo.

Da quel momento, passando per una serie di rumor, annunci e conferme a mezza bocca di vario tipo, siamo arrivati al reveal ufficiale delle scorsa settimana. Purtroppo si è trattato solo di un trailer, per quanto ben realizzato, ma nonostante questo c'è spazio per fare alcune speculazioni e rifarci alle varie dichiarazioni di BioWare e dintorni.

La saga di Mass Effect è stata una delle più importanti delle scorsa generazione, segnando un nuovo punto di riferimento nella narrazione "cinematografica" e fornendo nuova linfa vitale ai giochi di ruolo occidentali (sebbene questo elemento si sia perso da un capitolo all'altro), finora rappresentati solo dal fantasy medievale di titoli come Dragon Age: Origins e similari.

La prima domanda che sorge spontanea, soprattutto a fronte del discusso finale del terzo capitolo, è: "in che punto della saga si colloca Mass Effect: Andromeda?". BioWare in questo è stata chiarissima, ribadendo fin da subito che il gioco si ambienterà non solo in un'altra galassia (Andromeda, appunto), ma molto dopo gli eventi narrati dalla trilogia originale.

bandicam 2015-06-23 03-42-38-142
Pronti a combattere.

In ogni caso la sequenza temporale sembrerebbe essere chiara anche stando alla tecnologia mostrata dal trailer. L'interfaccia che il misterioso personaggio utilizza sembra molto più avanzata di quella vista nei precedenti Mass Effect, probabilmente si tratta di decine e decine di anni dall'ultimo episodio della saga.

Stando a quanto illustrato dagli autori canadesi, la storia di Mass Effect: Andromeda si collocherà a diversi decenni di distanza dai catastrofici eventi che hanno coinvolto il povero Shepard nel finale della trilogia a lui dedicata.

Il protagonista (che non è necessariamente colui visto nel trailer) potrà essere plasmato attraverso un editor che ci permetterà di sceglierne non solo il genere e le fattezze fisiche, ma anche i tratti caratteriali più rilevanti e i fatti più influenti della sua vita, oltre agli eventi di maggior rilievo che ne hanno determinato il suo percorso formativo tra le fila del nuovo esercito deputato alla difesa e all'espansione delle nuove colonie terrestri nell'ammasso stellare Helius.

Passando al gameplay vero e proprio è facile presumere che, seguendo la tendenza del mercato, Mass Effect: Andromeda sarà un open world con tutti i crismi. Mi piace pensare che, essendo questo un "Mass Effect completamente nuovo", la canzone del trailer non sia stata scelta del tutto casualmente e che "Ghost Riders in The Sky" di Johnny Cash rappresenti un indizio buttato lì per intuire il futuro della saga.

È improbabile che BioWare ripercorra i fasti della vecchia trilogia, ponendo un personaggio carismatico al centro del gioco affiancato da comprimari che viaggiano con lo scopo di salvare la galassia, piuttosto mi immagino Mass Effect: Andromeda come un space opera dalle forti tinte western. Il trailer suggerisce che il protagonista, peraltro affiliato in qualche modo all'alleanza militare N7, sia un viaggiatore di qualche tipo, magari uno dei primi esploratori umani della galassia di Andromeda, a giudicare dalle ambientazioni che scorrono davanti a lui tra uno swipe e l'altro.

Sarà questo il protagonista del gioco?
Sarà questo il protagonista del gioco?

Viene mostrata la scoperta di una antica civiltà e un misterioso artefatto alieno, magari proprio una tecnologia prothean, e quindi sembrerebbe confermato uno dei temi più intriganti della saga, ovvero il legame tra l'attuale civiltà e gli antichi abitanti della galassia, portatori di grandi conoscenze.

Il trailer si chiude con una schermaglia e viene dato particolare risalto al jetpack indossato dal protagonista. A questo proposito lo strumento potrebbe essere utilizzato sia per potenziare la fase esplorativa, per raggiungere altezze improponibili o facilitare semplicemente gli spostamenti, quanto per rendere più dinamiche le sfai di combattimento.

BioWare ha inoltre dichiarato che quella di Andromeda sarà una galassia quasi del tutto inesplorata durante gli eventi del gioco, quindi sarebbe lecito pensare che gli avversari visto nel finale del video possano essere altri predoni, o esploratori di altre razze, e che quindi uno dei temi del gioco sia la lotta con altre fazioni per il controllo di alcune zone, sempre per rimanere nell'ipotesi dell'opera western.

A proposito di esplorazioni, torneranno l'amato/odiato veicolo di esplorazione Mako, presumibilmente più veloce stando al trailer, e l'estrazione dei minerali (uno dei fotogrammi mostra un asteroide). Forse un ritorno alle origini e un abbandono delle velleità puramente belliche adottate in Mass Effect 3. Il concetto di "squadra" sarà sempre forte, in fondo si tratta sempre di un gioco di ruolo in versione spaziale, e dal trailer possiamo già vedere un possente krogan e un'altro alleato umanoide, magari una asari.

Purtroppo i dettagli su cui speculare sono poche e sono costretto a fermarmi qui. Di sicuro l'aspettativa è parecchia e BioWare, in attesa della data di uscita prevista per il periodo natalizio del 2016, renderà note delle nuove informazioni sul gioco entro la fine dell'anno in corso. Fino a quel momento, fateci sapere nei commenti cosa vi aspettate da Mass Effect: Andromeda nei commenti e cosa, secondo voi, potrebbe essere la nuova avventura spaziale di BioWare.

[header_banner]