Quale gioco, conferenza, hardware vi ha colpito maggiormente?

Si è conclusa da circa una settimana l'esposizione dei videogiochi di Los Angeles, una fiera che ogni anno a giugno attira a se l'attenzione di decine e decine di milioni di giocatori, esperti del settore ed appassionati da ogni angolo della terra.

Nonostante i giochi che mi hanno colpito siano stati circa venti, ho deciso di stilare una “classifica” di soli tre nomi, cercando di spiegare ciò che è stato mostrato e ciò che mi ha colpito di questi ultimi.

Ma la vera domanda, come consuetudine, è chiedere la vostra top 3, top 5, top 10. Insomma, chi più di tutti vi ha fatto slogare la mascella e correre in bagno per cambiarvi l'intimo?

Star-Wars-Battlefront-_4-17_B

Star Wars Battlefront

Se ne è parlato per settimane dal momento del suo annuncio, ed ecco finalmente svelato un gameplay nudo e crudo riguardante il nuovo sparatutto in prima e terza persona di DICE ed Electronic Arts.

Essendo di parte - quale grande ammiratore della saga con i Jedi - era inevitabile non inserire il reboot di Star Wars Battlefront in questa mia personalissima classifica. Pochi minuti di azione vera e propria dove veniamo catapultati nella battaglia di Hoth, temporalmente all'inizio de L'Impero Colpisce Ancora.

Un filmato che mi ha lasciato a bocca aperta oltre che per le ambientazioni, le musiche e lo stile visivo, per la sua varietà di gameplay: passerà un attimo tra uno scontro a terra con armi d'assalto all'utilizzo di un Tie Fighter per abbattere un At-AT.

Per non parlare poi dello scontro finale a colpi di spade laser tra Luke Skywalker e Darth Vader. Insomma, tutto ciò che ho sempre desiderato vedere in un videogioco a tema Star Wars è prossimo a diventare realtà.

needforspeed_screen_00_main

Need for Speed

Devo essere sincero, da questo Need for Speed non mi aspettavo granché. Vuoi perché sono cinque anni che non acquisto un gioco di corse della nota saga, vuoi perché ormai tuning è un termine sconosciuto al mondo del gaming attuale, le mie aspettative erano misere. Condite da una punta di speranza in fondo al cuore, ma misere.

Ho dovuto ricredermi. A detta degli sviluppatori questo capitolo, che non ha nessun suffisso dopo Need for Speed, racchiuderà in se tutte le qualità dei suoi predecessori. E così sembrerebbe.

Il gioco è apparso brillante dal punto di vista tecnico e del gameplay. Non solo, anche la personalizzazione dei veicoli sembrerebbe essere tornata ai fasti d'un tempo. Come detto dai creatori, si tratterà del Need for Speed più ricco da questo punto di vista.

Unica nota negativa la visuale da dietro il veicolo, che si sposta in modo fastidiosissimo ogni qual volta effettuiamo una virata a destra o sinistra. Tuttavia sarà possibile calibrarla in modo che risulti più stabile e meno dinamica. Per il resto il mio hype è salito a dismisura e non vedo l'ora di novembre per mettere le mani sopra quella che si preannuncia essere una pietra miliare della serie.

Untitled-1

Fallout 4

Era il gioco più atteso dal sottoscritto e Bethesda, incastonandolo perfettamente nella sua più che ottima conferenza stampa pre-show (la prima della sua storia), ha soddisfatto parte della mia curiosità.

Ma andiamo con ordine. Il gioco, presentato qualche giorno fa in un trailer, portava dietro di se un carico di domande, aspettative, speranze e curiosità dell'utenza che probabilmente nessun titolo tra quelli presentati all'E3 2015 poteva vantare. I piccoli dubbi nati dal trailer di annuncio sono stati spazzati via in pochi secondi.

Bethesda ha mostrato sin da subito i muscoli del suo nuovo Fallout 4 che, seppur non avendo un dettaglio grafico tra i più clamorosi del panorama videoludico, fa della cura per i dettagli la sua arma di forza. Inoltre non dimentichiamoci che il vero fiore all'occhiello della saga, così come di questo nuovo capitolo, è e sarà lo spessore del gameplay, vario, longevo e mai banale. Ed è proprio da qui che arrivano le prime vere novità del gioco, con un sistema di crafting che ci permetterà di modificare e potenziare le armi e le armature, ma soprattutto costruirci delle dimore in cui soggiornare, arredandole fino ai minimi dettagli.

Rivelati anche alcuni dettagli sulla trama, interconnessa al prima e dopo lo scoppio della guerra nucleare. Il personaggio, creato grazie ad un sisterma di editing svecchiato (finalmente), si risveglierà 200 anni dopo per uscire dal Vault 111 di Boston, città in cui si svilupperanno le vicende di Fallout 4. Il ruolo del cane sarà di assoluto spessore grazie al suo fiuto che ci permetterà di scovare determinati materiali o, chi lo sa, avvisarci della presenza di pericoli nelle vicinanze.

Questa era la mia personale classifica di ciò che più di tutto mi è piaciuto, ora passo la palla a voi e vi chiedo: chi ha vinto l'E3 2015? Quale gioco, conferenza, hardware vi ha colpito maggiormente? E perché?

[header_banner]