Brad Wardell di Stardock, noto per i tanti dettagli svelati su DirectX 12 e Xbox One negli ultimi tempi, è tornato a parlare di cloud, spiegando che il suo utilizzo farebbe "assolutamente" bene a Xbox One.

Wardell è intervenuto al The Inner Circle Podcast spiegando che la console impiegherebbe meno tempo a pescare informazioni dalla nuvola che dal suo stesso disco rigido. Gli SSD potrebbero dare una mano in tal senso ma sono ritenuti ancora troppo costosi per l'uso in ambito console.

Il CEO di Stardock ha spiegato con un semplice esempio uno dei benefici che le console potrebbero trarre dal cloud: in un gioco di scacchi, l'IA avrebbe un'ampissima rosa di mosse dalle quali scegliere quella giusta per battere l'utente, mentre adesso è limitata a ciò che è incluso nel disco.

Per questo, il cloud ha "un numero infinito" di applicazioni in ambito gaming.

Come la pensate a tal proposito?

[header_banner]