In occasione di un evento tenuto alla WinHEC Conference, la società di Redmond ha affermato che Windows Hello è stato provato utilizzando più di 13.000 volti diversi.

Gli sviluppatori però non sembrano accontentarsi, volendo spingersi a circa 30.000 volti unici per il nuovo sistema di autenticazione biometrica facciale.

Le facce hanno una varietà estetica sempre diversa, che va dal colore della pelle, l'etnia, l'altezza e il peso, oltre all'eventuale presenza di occhiali ed altro. Tutte le scansioni sono state effettuate da diverse angolazioni e condizioni di illuminazione sempre diverse.

Durante la conferenza sono stati confermati anche i requisiti necessari per i PC per sfruttare questo nuovo sistema. Si parla di una telecamera con almeno una risoluzione di 640x480 pixel, con annessa una lente, filtro ed illuminazione ad infrarossi.

Microsoft ha anche annunciato che i PC che includeranno la fotocamera RealSense F200 di Intel potranno utilizzare tutte le caratteristiche di Windows Hello nel nuovissimo Windows 10.

Cosa ne pensate?

[header_banner]