Tramite un comunicato stampa, Sony ha deciso di chiudere l'azienda Oita TEC, la divisione che si occupa di sviluppo dei chip per le console.

L'azienda è conosciuta al grande pubblico per il lavoro di packaging dietro ai processori Cell e RSX per l'oramai console di passata generazione, ovvero PlayStation 3.

La scelta di chiudere l'azienda non è casuale: il business è cambiato e le unità richieste di PlayStation 3 e dei suoi componenti non sono più così alte.

Tuttavia, nonostante lo stabilimento verrà chiuso solamente a marzo del 2016, i 220 dipendenti non perderanno il loro posto di lavoro ma verranno trasferiti in altri reparti dell'azienda.

Per una divisione che chiude, un'altra invece godrà di altri finanziamenti: parliamo delle lenti CMOS, di proprietà di Sony, che riceveranno un investimento di circa 805 milioni di dollari per incrementare la produzione dei sensori, passando così da 60mila unità al mese a ben 80mila.

[header_banner]