Quando la settimana inizia con novità sul nuovo episodio della serie Mass Effect, sai che sarà caratterizzata da sette giorni strepitosi.

Bentornati, lettori e lettrici di TMAG.it, per questo nuovo appuntamento con le news della settimana. A scrivervi questa settimana non sarà il buon Michele Capuozzo, ancora alle prese con la coda delle festività di fine anno e beato lui, ma il sovrappeso Paolo Sirio che per sopraggiunti limiti di bilancia ha messo giù forchetta e coltello da un po' di giorni.

Quando la settimana inizia con novità sul prossimo episodio della serie Mass Effect, comunque si chiami, sai che sarà caratterizzata da sette giorni strepitosi.

“Il team di Mass Effect ha creato una build fantastica per chiudere degnamente il 2014″, recita il cinguettio del produttore Michael Gamble. Mass Effect 4, nome in codice, presenta “così tanta diversità”, è “così bello”. In definitiva, “il miglior regalo di Natale mai visto”.

Non ci resta che incrociare le dita, allora, e sperare in qualcosa di buono. Buono come il primo Mass Effect, non come il terzo: che male non era, ma da BioWare ci si aspetta di più, sapete com'è.

Restando in tema di grandi saghe, se avete avuto problemi col sistema di puntamento della beta di Halo 5: Guardians... niente paura: 343 Industries è già al lavoro per sistemarlo e renderlo più unico che mai, dopo essere partito pesantemente sulla scia di Call of Duty.

Halo 5 Guardians beta cover
Halo 5: Guardians migliorerà dopo la beta di fine anno.

E, sempre parlando di Halo, avete dato un'occhiata alla nuova idea di Microsoft? Dare il nome degli Spartan all'erede di Internet Explorer. IE 12 sarà ugualmente della partita con Windows 10 ma dai prossimi sistemi operativi in poi ci saranno dei cambiamenti sostanziali.

GTA V, dal canto suo, continua a dimostrare di essere uno dei titoli più brillanti della scorsa generazione, dell'attuale, e in definitiva degli ultimi vent'anni. Lo fa con un elenco di ben dieci misteri irrisolti, sparsi da Rockstar Games a mo' di easter egg per le estesissime ambientazioni di Los Santos.

Inoltre, è apparso in rete un leak che rivela i requisiti minimi e raccomandati della versione PC attesa per gennaio: sarà vera next-next-gen? Io inizierei a mettere mano al portafogli per potenziare le vostre macchine, giusto per portarsi avanti col lavoro.

A proposito di rimasterizzazioni, si fa un gran parlare di Gears of War Remastered, sulla scia dei successi (soprattutto di critica) dei vari GTA V e Halo: The Master Chief Collection. Lo ha twittato anche il nostro X-Rays, ma continua a non essere molto chiaro se si potrà trattare di collection dei primi tre episodi (non ce ne voglia Judgment) o di rifacimento del solo primo, acclamato capitolo del franchise.

Tempo di retroscena molto divertenti, invece, per quanto riguarda Metal Gear Solid V. The Phantom Pain, il gioco dal quale dipende gran parte della mia opinione su Hideo Kojima, riserverà una "sorpresina" per gli utenti meno portati allo stealth: un apposito cappello da pollo.

Le rapine online arrivano su GTA V.
Le rapine online arrivano su GTA V.

Altrettanto simpatica è la trovata di chi ha sostituito il modello di Big Boss con quello di Hideo Kojima in Ground Zeroes, (ovviamente) versione PC. Pare che Kojima-san abbia inserito alcuni volti nel codice del gioco, pensando a priori che sarebbe stato uno spasso per molti usarli al posto di quelli originali. Un po' telefonato, ma comunque un atto di genialità dei suoi...

E, mentre Xbox Live e PlayStation Network erano alle prese con Lizard Squad, Steam ha registrato un nuovo record: quello degli utenti connessi simultaneamente. Sorpresa sorpresa, in cima ai titoli più giocati durante questo nuovo picco troviamo Dota 2 e, a debita distanza, Counter-Strike: Global Offensive.

Mettendo un attimo da parte i godimenti del buon Gabe Newell, l'episodio che ha visto protagonista il gruppo di cracker a base di DDoS è stato piuttosto grave e ha messo i bastoni tra le ruote soprattutto all'inguaribile PSN.

Per scusarsi del downtime (in tutta franchezza) immotivatamente lungo, Sony ha offerto ai suoi abbonati un risarcimento: non eccezionale, ma pur sempre un risarcimento. Intanto, Lizard Squad cade finalmente sotto i colpi dell'azione governativa e PlayStation Plus guarda già a gennaio.

Quanto a Xbox, invece, fine dicembre e inizio gennaio sono stati caratterizzati da una serie di indiscrezioni che dureranno (almeno) fino all'evento del 10 corrente mese sull'ecosistema Windows. Si è parlato di eSRAM finalmente disponibile nella sua interezza grazie ad un aggiornamento rivolto agli sviluppatori, ad esempio.

Il quinto episodio della serie numerata di Hideo Kojima promette faville... a saperci giocare.
Il quinto episodio della serie numerata di Hideo Kojima promette faville... a saperci giocare.

Di Cortana, l'IA simil-Siri, in arrivo dalla piattaforma di Windows Phone. Di DirectX 12, che sarebbero addirittura "native" su Xbox One, dell'architettura della console (scoperta da un manipolo di hacker, pare) e della possibilità di creare app homebrew per la home console di Microsoft grazie al nuovo SDK. Come ciliegina sulla torta, ci sarebbe un taglio di prezzo in dirittura d'arrivo.

Secondo X-Rays, inoltre, la build dicembrina di Quantum Break gira a 1080p e 40/45fps, con l'obiettivo di fissare il gioco completo a 30fps per poter introdurre ulteriori migliorie grafiche. Remedy, non a caso, sta assumendo per rendere il suo comparto tecnico più spettacolare.

Restando sulla tematica tecnica, lo sviluppatore di SOMA si è detto soddisfatto dell'hardware di PlayStation 4, pur essendo a conoscenza dell'elevata latenza della sua RAM. Qualcosa che non darà problemi alla console di Sony durante il 2015, secondo Michael Pachter. PS4 “rimarrà in testa per tutto il 2015 anche grazie alle tante esclusive di qualità che la faranno vincere contro la rivale”.

Grandi manovre, per il rush finale, di Bethesda. Lo studio del Maryland ha rinunciato alla sottoscrizione semestrale di The Elder Scrolls Online, suggerendo in questo modo che l'MMO potrebbe passare al lato oscuro della forza, aka al free-to-play, entro metà 2015. E non sarebbe l'unica novità del mondo di The Elder Scrolls: in luogo del quarto episodio della saga di Fallout, sarebbe in lavorazione The Elder Scrolls VI: Argonia, erede al trono ambitissimo di Skyrim. L'uscita sarebbe prevista per marzo 2016.

Chiudiamo con una chicca di altri tempi: che ne diresti se GTA V rivivesse nella gloria dell'Unreal Engine 4? Non che il motore grafico di Rockstar Games non sia sufficientemente performante... Alla prossima settimana!

[header_banner]