Michael de Plater, design director di La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor, ha svelato che l'ultimo titolo di Monolith Productions ha tratto ispirazione dalla serie BioShock.

Proprio la scorsa settimana Ken Levine, padre del franchise di Irrational Games e 2K, aveva parlato di quanto gli piacesse L'Ombra di Mordor e di come volesse mutuare alcune buone idee lì trovate nel suo prossimo gioco.

"BioShock è stato un gioco di grande ispirazione per noi, non per la sua narrazione lineare, ma per il modo in cui raccontava la storia del suo mondo", ha spiegato de Plater a Gamespot.

"Penso lo facesse in maniera incredibilmente buona e riuscisse a comunicare non solo la storia che c'era in quel mondo, ma anche i temi e quell'idea di scelta nei giochi".

Alla base del videogioco secondo Monolith, inoltre, ci sono "storie davvero sistemiche che rispondono ai giocatori piuttosto che a grandi pezzi di storie realizzate da autori".

Con il sistema Nemesys, "stiamo solo facendo i primi passi in quel senso".