[mks_dropcap size="90" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]S[/mks_dropcap]ono lo show per eccellenza: l'industry che viene premiata per i suoi sforzi, tante World Premiere e hype per i vari sviluppatori che si alterneranno sul palco. Sono i The Game Awards, gli Oscar del Videogioco, i Mondiali delle Software House. Direttamente da Las Vegas, ad un orario improponibile: se vi siete persi qualcosa, questo recap è tutto per voi!

Lo show si apre con un Koji Kondo che suona il main theme di Super Mario al pianoforte. Se volevano farci scendere una lacrimuccia ci sono riusciti. In realtà è tutto collegato, perché sul palco sale Reggie Fils-Aime, di Nintendo Of America: è stato un anno impegnato per la casa di Kyoto, con tante uscite come Captain Toad, i due Super Smash e il franchise di Mario sempre attivo. Ma stanotte è sul palco per mostrarci un'anteprima mondiale di Mario Maker: l'ultima volta che l'editor a tema Mario si è fatto vivo era in occasione dell'E3. Ufficiale anche la sua data di uscita, prevista per il 2015!

È un crescendo: sul palco si presenta il doppiatore di Solid Snake. E' tempo di passare a Metal Gear Solid, poiché si arriva velocemente ad Hideo Kojima ed i monitor dietro switchano rapidamente l'immagine sul logo della Kojima Productions: è finalmente realtà MGO, ovvero Metal Gear Online. Un MMO ambientato nel mondo dello storico brand di Konami. Dalle parole ai fatti, il reveal trailer in anteprima mondiale appare sui nostri schermi. Ovviamente è tutto bellissimo e di solito quando un video fa questi effetti beh, siamo sempre sulla buona strada. Il gioco verrà distribuito insieme a The Phantom Pain.

Non riusciamo a prendere un attimo di respiro: Tim Schafer, di Double Fine, sale sul palco, per premiare la miglior performance di un attore in un videogioco. I nominati? Illustri. Kevin Spacey (CoD: Advanced Warfare), Adam Harrington (The Wolf Among Us), Troy Baker (L'Ombra di Mordor), Trey Park (doppiatore di alcuni personaggi per South Park: The Stick Of Truth) e Melissa Hutchinson (The Walking Dead). Alla fine a portarsi a casa il premio è Trey, dei South Park Studios! Purtroppo da Tim non arriva nessun nuovo aggiornamento su Grim Fandango.. e neanche su Broken Age 2. Sarà per la prossima volta, vero?

south_park_tga_1

Tacoma, dagli sviluppatori di Gone Home è un'altra World Premiere, la terza dopo solo mezz'ora di show. Poi è una carrellata, un festival del videogioco vero e proprio: i trailer di Dying Light e di The Wolf Among Us corrono sullo schermo insieme ad una grande preview di Bloodborne, il nuovo RPG From Software sviluppato con Japan Studio in esclusiva per PlayStation 4: proprio la nuova creatura Sony appare in forma smagliante. Spazio ora a qualcosa di più indie e più desiderato: i ragazzi di Stoic Studio salgono sul palcono, avendo in serbo un grande annuncio per uno dei loro brand. Dopo un'esibizione live della colonna sonora, il reveal trailer di The Banner Saga 2 è finalmente realtà.

Schermo nero, ma ci siamo: ecco i Trending Gamer, ovvero gli Youtuber che parlano di videogiochi. Anche loro veranno premiati. Le nomination? Stampylonghead, Jeff Gerstman, PweDiePie, TotalBiscuit ed Evan Fong, con il penultimo che si porta a casa il premio e ci lascia con un messaggio toccante. Infine, tocca a Peter Moore salire sul palco per annunciare il nuovo team di sviluppo Hazelight con il primo gioco sviluppato dalla software house omonima, appena formata da EA, in World Premiere: che la software house abbia in serbo un'altra, possibile killer application?

Lo show prosegue con Adrift. La nuova opera di 505 Games e ThreeZeroStudios si mostra in un trailer (anche questo in World Premiere) nel migliore dei modi: un senso di angoscia, paura e desolazione nello spazio vicino al globo terrestre e la ISS portano i nostri ricordi a Gravity. E per la prima volta, oltre che a soffrire potremo anche vivere un'esperienza del tutto anomala ed estranea a noi. Annunciata anche la data di uscita: estate del 2015. Tempo di un altro Awards: best mobile/handling game! Le nomination anche qui, sono scontate: Heartstone, Bravley Default, Threes, Monument Valley e Super Smash Bros 3DS. Il premio se la giocavano Blizzard e Nintendo, con la prima che ne esce vincitrice. Una brutta botta per la casa di Kyoto, ma il fenomeno generato dai MOBA è ben lontano dal distruggersi.

Codename: Steam, per Nintendo 3DS si presenta nel migliore dei modi con un nuovo trailer in esclusiva ed una data di uscita: 13 marzo 2015. Dal grande studio allo sviluppatore indipendente, il passo è breve: Geoff invita sul palco un ragazzo di Londra per mostrare la nuova IP di Garry Newman. Before, videogioco ambientato nella preistoria si mostra per la prima volta davanti a tutti noi e ci lascia letteralmente incantati per via dello stile grafico scelto FIFA 15, Trials Fusion, NBA2K15, Forza Horizon 2, Mario Kart 8 sono i candidati per il titolo a Best Sport/Racing Game: il titolo Nintendo si porta a casa il premio. Reggie ritira questo speciale Oscar dal cantante degli Imagine Dragon.

sierra_tga_4

All'urlo di PlayStation, ci viene finalmente introdotto The Order: 1886. Sony pare non aver sbagliato: la nuova IP di Ready At Dawn sembra veramente pronta al debutto nei negozi. La casa giapponese conclude la sua presenza mostrando un breve video promozionale per MLB 15: The Show, ricordando però che alla PlayStation Experience verranno mostrati un nuovo trailer per Uncharted 4 e lasciandoci, definitivamente, con una breve clip di Until Dawn, del quale ci viene anche svelata la data di uscita, ovvero un generico “Estate 2015”. Anche Square-Enix sale sul carro dei TGA, mostrando un nuovo trailer per Lara Croft: Temple Of Osiris. La visuale isometrica pare giovare anche ad un personaggio come la Croft, che non ne esce sicuramente con le ossa rotte, anzi: appare sempre più in forma smagliante.

Il Best Shooter va ad Ubisoft: Far Cry 4 ha trionfato, a scapito di Titanfall, Destiny, Wolfenstein: The New Order e Call Of Duty: Advanced Warfare. E subito dopo spetta a The Witcher 3: Wild Hunt con i CD Projekt RED che soffrono il jet lag ma ci introducono ad un nuovo trailer di Geralt: dalla Polonia la magia è tornata, nel migliore dei modi con la conferma che sarà possibile utilizzare altri personaggi insieme oltre al protagonista No Man's Sky, dopo aver visitato Los Angeles e Colonia, fa tappa anche a Las Vegas per questi The Game Awards. Tutto nella norma, come da mesi ci hanno abituati i ragazzi di Hello Games. Lo stupore è sempre a mille.

Godzilla per PS4 e PS3 si mostra con un nuovo trailer, annunciando la ripresa dello show dopo uno stop dovuto di 30 secondi. Alla ripresa arriva uno dei momenti più toccanti dell'intero evento: Ken e Roberta Williams, ex Sierra, salgono sul palco per ritirare il loro premio: l'Industry Icon, assegnanto all'ex casa di produzione. Ma non è l'unico motivo per cui ci fanno visita. Un passaggio di consegne a due nuovi sviluppatori di Activision per l'annuncio di un nuovo capitolo di King's Quest, attualmente in fase di sviluppo e previsto per l'autunno del 2015.

Lo show prosegue con l'arrivo di uno dei premi più attesi: il Best Indie Game vede in lotta Broken Age, Transistor, Shovel Knight, The Vanishing Of Ethan Carter e Monument Valley. A portarsi a casa l'ambito titolo sono i ragazzi di Yacht Club, con il loro Shovel Knigth. L'emozione degli sviluppatori sul palco è chiaramente visibile, con i ringraziamenti di rito a Kickstarter e tutti i singoli utenti che hanno contribuito aal successo del gioco. Robotoki si presenta sul palco, svelando la data di uscita ufficiale (con un trailer) per il loro nuovo titolo, Human Element. Gli utenti Xbox One, PlayStation 4 e PC potranno acquistarlo da novembre 2015.

da_inqui_tga_3

Dopo tre ore passate tra annunci, ritorni e grandi nomi sul palco, i The Game Awards stanno per concludersi. Il Game Of The Year Awards (il premio più importante) è una battaglia tra veri pezzi da novanta: L'Ombra di Mordor, Heartstone, Dragon Age: Inquisition, Dark Souls II e Bayonetta 2 sono i cinque candidati. Poteva essere una delle rare volte di Nintendo sul palco del GOTY, così come per la prima volta un gioco su licenza poteva portarsi a casa l'ambito premio. La spunta invece Bioware, con Dragon Age: Inquisition, che pare aver messo tutti d'accordo sulla bontà del titolo e del lavoro degli sviluppatori.

Ma le luci su Las Vegas non calano mai. Reggie torna sul palco, per una bomba finale, annunciando un video che è appena arrivato dal Giappone. Miyamoto torna, la sua figura è ben riconoscibile: ecco il nuovo Zelda, mostrato direttamente dagli sviluppatori che illustrano al pubblico con un gameplay offscreen alcune features e lo stadio di sviluppo. Premettiamo che al momento è difficile giudiciare la qualità effettività del gioco, ma Miyamoto ci rassicura affermando che il gioco uscirà il prossimo anno. Prima della nuova avventura di Link infatti è previsto il ritorno di Starfox su Wii U.

Questa volta, mentre in Italia sorge l'alba, anche Las Vegas va a dormire. Questa volta veramente. Chi si aspettava un evento ricco di annunci e sorprese sarà rimasto deluso. Chi invece è riuscito ad entrare nello spirito dei TGA, ovvero godersi nuovi trailer e vedere quali software house hanno creato il meglio per noi, hanno centrato in pieno lo spirito di una industry dura a morire, che oggi ha dato il meglio di se per un mid-show altamente coinvolgente.