A noi il Web piace. È un luogo dove le persone sfogano i loro istinti repressi, dove la genialità ha posto la bandierina come Armstrong sulla Luna, dove il confine tra l'essere matti e l'essere simpatici diviene sempre più labile.

Questa volta genio e sregolatezza hanno colpito - guarda caso - l'ultima fatica di Bungie, Destiny. Una delle ultime critiche ha riguardato la famigerata Loot Cave, dove le persone poco sane di mente passavano intere giornate a farmare engrammi e oggetti leggendari. Gli sviluppatori di Seattle hanno debellato il problema, che si è poi ripresentato il giorno dopo con una Loot Cave 2.0.

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, quindi: ecco che un simpatico sviluppatore ha deciso di progettare, per i malati del loot, un simpatico gioco chiamato "Interactive Cave Shooting Simulator". Nomen omen, dicevano i latini, ed anche in questo caso il proverbio é valido: il titolo è un first-person-shooter, in cui il personaggio rimane statico, con l'unico scopo di sparare nella buia entrata della grotta e accumulare engrammi.

Simulazione raffinata ed accurata, non c'è che dire, date un'occhiata al video in calce alla news!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=__RLhIfXkBo#t=16[/youtube]