[mks_dropcap size="90" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]S[/mks_dropcap]ignal Studios torna alla carica e, dopo il successo ottenuto con Toy Soldiers, ci riprova con una nuova avventura per cellulari ambientata nel magico mondo delle favole. Sleeping Prince, o Il Principe Addormentato se preferite, è il nome del loro nuovo titolo, un free-to-play e prevederà la presenza di micro-transazioni all’interno, come tutti i F2P che si rispettino -  anche se troviamo molto fastidiosa la pubblicità in-game che non è possibile eliminare fino a quando non sono terminati i 30 secondi del video.

La trama del gioco è snella e basilare: in un regno delle fiabe, un mago cattivo ha addormentato tutta la popolazione grazie ad un incantesimo, compresi i Reali. Solo una persona è riuscita e resistere a questo sortilegio, il mago di corte, che grazie ad uno scudo protettivo è riuscito a non addormentarsi, e grazie al quale potremmo andare avanti nella nostra avventura.

Lo scopo del gioco è quello di collezionare diamanti, utili a proseguire nei vari livelli, e che ci serviranno per utilizzare personaggi utili ai fini del raggiungimento di alcuni obiettivi altrimenti inaccessibili, come la regina, che ci permetterà di volare per il livello. Ogni livello inoltre ha tre obiettivi da completare, ci sarà un limite di tempo, un punteggio in diamanti da raggiungere e delle stelle da raccogliere, ogni obbiettivo completato ci fornirà una medaglia, che sarà di bronzo, argento ed oro se si completano rispettivamente uno, due o tutti e tre gli obiettivi.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=seYtt62dz4E[/youtube]

Voi vi chiederete: a cos servono queste medaglie? La risposta è presto data, le medaglie serviranno ad accedere ai nuovi livelli, dato che per passare da un atto all’altro si avrà bisogno di un quantitativo sempre maggiore di medaglie. Come tutti i titoli gratuiti in commercio, anche Sleeping Prince ha una barra di utilizzo che una volta terminata, servirà del tempo per farla ricaricare, o dei soldi, come già visto in Trials Fusion o in CTR Racing, fortunatamente la barra si svuota abbastanza lentamente e saremo in grado di effettuare diverse partite prima di dover acquistare la ricarica, anche se ciò inficia comunque la godibilità del titolo.

Il gameplay de Il Principe Addormentato coglie spunti da alcuni giochi già visti in passato, dovremo infatti prendere e far volare letteralmente il nostro principe da una parta all’altra della mappa; per chi se lo ricorda un po’ come Joe Danger, famoso titolo uscito su PS3 nel 2008. Sfruttando tutti gli elementi presenti nell’area di gioco, come tappeti a molle, elastici, appigli per non cadere dal muro, oltre ai personaggi con abilità speciali già citati in precedenza, potremmo riuscire ad attraversare con diverse valutazioni tutti i livelli che il gioco sottopone, uno dopo l'altro. I poteri speciali del protagonista sono però utilizzabili solo a patto di avere il numero adeguato di diamanti, in modo da consumare quanto meno possibile la barra utile ai lanci del nostro principino, e di conseguenza ricevere un punteggio maggiore utile a scalare le classifiche.

Annoveriamo anche la piacevole presenza di classifiche mondiali per quanto riguarda i punteggi ottenuti per ogni livello, caratteristica che al giorno d’oggi spingerebbe parecchi utenti a scaricare il gioco solo per poter competere con i loro amici o con altre persone in tutto il mondo.

La componente grafica è molto curata e i livelli non saranno mai uguali uno dall’altro, la profondità che si riesce a percepire è molto marcata complice anche la presenza di molti elementi mobili sullo schermo come mulini a vento, montagne alberi e chi più ne ha più ne metta, oltre alla presenza di scatole che si potranno distruggere e dentro le quali si troveranno diamanti e scrigni del tesoro da aprire.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=rGMT4p8jO54[/youtube]

I punti di forza di questa nuova fatica dei ragazzi di Signal Studios sono un gameplay fresco e divertente - anche se a tratti abbastanza limitato -, un’ottima caratterizzazione grafica degli ambienti e un character design sopra le righe, seppur molto limitati dal discorso cellulare/bassa potenza di calcolo, ma soprattutto l'intera esperienza è assai limitata dal F2P onnipresente che, con le microtransazioni, potrebbe rovinare l'esperienza di gioco.

Un altro punto non ci è molto chiaro, la caratterizzazione dei livelli: mentre per i primi 20/30 può andare bene, non sappiamo se proseguendo nella storia questa può venir a noia, anche se siamo fiduciosi che gli sviluppatori abbiano pensato anche a questo - considerando il fatto che ci troviamo in una generazione in cui grazie alla diffusione di Internet si può ovviare ai propri errori molto facilmente. D’altronde lo fanno le grandi produzioni, perché non possono farlo gli sviluppatori più piccoli?

Crediamo comunque che questi talentuosi sviluppatori meritino una possibilità, e questo nuovo gioco ha tutte le carte in regola per diventare un nuovo fenomeno di massa (microtransazioni permettendo), grazie alla sua estrema accessibilità per un pubblico sia di ragazzi che di adulti a causa della sua immediatezza e della sua piacevole caratterizzazione grafica.

[mks_dropcap size="52" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]7[/mks_dropcap] Il Principe Addormentato è disponibile per iPad e iPhone. Abbiamo realizzato la nostra recensione con un codice review fornito dallo sviluppatore.