Se il titolo della news vi ha turbato, non preoccupatevi, sappiate che questa storia ha fatto ridere a crepapelle anche noi. Dopo l'uso di uno screenshot di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain da parte di un telegiornale - anch'esso russo come il protagonista di questa nuova notizia, sappiatelo - in un servizio per denunciare la piaga dei bambini soldato in Africa, la Russia ci propone un'altra perla di rara stupidità: un documentario riguardante la propaganda USA nella Prima Guerra Mondiale ha mostrato un poster di Team Fortress 2.

Ebbene sì ragazzi, sono passati 95 anni dopo il trattato di Versailles ma il multiplayer targato Valve ai tempi esisteva ed già era un fenomeno di culto, a tal punto da influenzare le masse. La propaganda alleata non era solita alla pratica di demonizzare i nemici con poster terrificanti come quello mostrato da Russia Channel One, e fino a prova contraria, nessun guerriero si è mai iscritto al team Demoman per combattere.

Team facente parte, tra le altre cose, di un update rilasciato nel 2009 per Team Fortress 2, dove gli sviluppatori avevano creato una piccola trama di sfondo ai massacri multiplayer nella quale due fazioni erano in continua lotta tra loro: i primi, per l'appunto, erano i Demoman, mentre i secondi erano semplici Soldati. Furono così creati, cinque anni fa, numerosi poster a tema da parte di alcuni volenterosi utenti, e l'immagine di TankTaur, utente di DeviantArt, è stata la prima scelta per il documentario russo.

"Soldiers eat baby, that's a fact."

Che ne pensate? Che forse in Russia, ultimamente, stiano bevendo qualche litro di vodka di troppo?

pro_demoman_propaganda_poster_by_tanktaur-d2fi5ku.0
Ma ai tempi i soldati erano così crudeli?