La mamma è sempre la mamma, inutile ribadirlo. Abbiamo cercato per anni di farle apprendere invano l'impossibilità di uscire da una partita multiplayer in corso, pena le urla disumane dei compagni di squadra con riferimenti oltraggiosi a tutta la famiglia, nonni e zii compresi.

Ma questa volta madre non c'entra nulla. Ad interrompere la sessione di Counter Strike di Kootra, un membro del gruppo dei TheCreatures, è stata la SWAT, che ha proceduto all'arresto con la raffinatezza che solitamente la contraddistingue durante le irruzioni.

Una scena a dir poco surreale, interamente registrata dalla webcam del giocatore: il filmato è subito finito in rete, scatenando l'ilarità generale del pubblico e creando non poche polemiche sul comportamento a volte assai precipitoso della polizia negli Stati Uniti d'America.

Ciò che mi ha maggiormente divertito è stata l'esclamazione di un membro del team SWAT, che ha minacciato il giovane Kootra urlando "don't you fucking move, you hear me boy?", che tradotto in italiano significa letteralmente "non provare a muoverti, mi hai sentito ragazzino?".

Dopo questo piccolo preambolo, vi lasciamo alla visione del video integrale dell'arresto. Cominciate a pregare, la SWAT osserva anche voi.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=GurS7JI_1Kk[/youtube]