Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, ha dichiarato ai microfoni di GameInformer che il 2014 si è rivelata un'annata proficua e interessante per continuare a supportare a pieno regime Playstation 3 e Xbox 360, sottolineando però che dal prossimo anno sarà molto difficile per la software house francese proseguire i lavori sulle due console old-gen.

Dal 2015, infatti, tutto l'impegno di Guillemot e soci sarà profuso nello sviluppo in ambiente next-gen, sfruttando le potenzialità offerte dai nuovi hardware di Microsoft, Sony e Nintendo.

A proposito di quest'ultima, il CEO francese ha inoltre specificato che WiiU in realtà è un difficile campo di battaglia per le release multipiattaforma, sottolineando che Watch Dogs sarà l'unico gioco definibile "maturo" che sbarcherà prossimamente in acque Nintendo.

Yves Guillemot ha proseguito dicendo: "Quello che notiamo è che gli utenti di Nintendo non acquistano Assassin's Creed. L'anno scorso, infatti, abbiamo venduto pochissime unità. Ciò in cui sono veramente interessati sono giochi come Just Dance e tipologie di gioco affini. Ciò che stiamo facendo è stabilire un focus su questo tipo di produzioni, diverse da quelle presenti per Xbox e Playstation."

Finalmente le nostre vecchie compagne di viaggio old-gen potranno trovar pace e riposo, dopo lunghi anni di onorato servizio?

Solo il tempo ce lo dirà. Nel frattempo, pensiamo che questa sia l'unica scelta possibile da parte di Ubisoft per entrare "nel vivo dell'azione": la vera generazione sta per cominciare.

ubisoft yves guillemot