Vi avevamo raccontato qualche giorno fa di come la rete, in particolare la community dei videogiocatori, reagì alla scomparsa prematura dell'attore Robin Williams.

La petizione partita online su Change.org ha raccolto più di 90.000 firme nel momento in cui scriviamo, e Nintendo pur non pronunciandosi sull'iniziativa in particolare ha risposto alla vicenda nel complesso:

"Robin Williams era amato moltissimo in Nintendo. I nostri cuori sono accanto alla sua famiglia, specialmente a Zelda Williams con la quale abbiamo collaborato molte volte. Apprezziamo il grandissimo supporto dalla comunità dei giocatori, e abbiamo ascoltato la richiesta dei fan di onorarlo in un gioco futuro. Non discuteremo di cosa potremo fare per i giochi futuri durante questi momenti difficili, ma terremo i nostri ricordi di Robin vicini."

Apprezzabile il commento di Nintendo che non ha però preso in considerazione la petizione. D'altronde come ha dichiarato lo stesso Nick Schaedel, organizzatore della petizione: "Se Nintendo non facesse nulla, allora questa petizione sarebbe una testimonianza meno blasonata di come il Sig. Williams abbia toccato le vite di molte persone. Va bene lo stesso."

Nei giorni precedenti, anche i fan di World of Warcraft - Williams giocava anche nel celebre mmorpg - avevano fatto una richiesta simile e Blizzard ha dichiarato che l'avrebbe persa in considerazione.

In calce vi lasciamo un video in lingua originale di Robin Williams, in cui durante un'intervista al Late Night with Jimmy Fallon parla della sua passione per i videogiochi, con un esilarante racconto di una partita a Call of Duty in cui se la vede con un ragazzino indisponente e un francese in cerca di aiuto.