Come segnalato da SteamDB, dei grossi cambiamenti allo store e al client di Steam sarebbero imminenti. Già adesso il client beta permette di nascondere i giochi dalla propria libreria o di assegnarli a categorie multiple personalizzate, due feature molto attese dagli utenti.

Dando un'occhiata al codice css/html dello store, sono state rilevate ancor più grosse novità, sia grafiche che funzionali. Ecco cosa è stato scoperto:

Followed products (Prodotti seguiti): Viene aggiunta una nuova scheda "Seguiti", che raccoglie tutte le informazioni degli HUB dei giochi preferiti, i quali molto probabilmente sostituiranno del tutto i gruppi, permettendo di raggruppare le informazioni sui giochi sotto un'unico tetto.

Owned product highlighting (Evidenziazione dei prodotti): Seguendo la scia di Enhanced Steam (estensione che ho contribuito a sviluppare e della quale curo personalmente la traduzione in italiano) sarà adesso possibile evidenziare nativamente i prodotti posseduti, messi in lista dei desideri o nel carrello.

Discovery queue (La tua coda): Molto probabilmente funzionerà in maniera simile all'attuale coda di Greenlight, offrendo una selezione di giochi su misura in base alle preferenze e ai filtri che andremo a settare.

Curators (Curatori): Forse la funzione più interessante del blocco. A quanto pare consentirà alle persone di raccomandare giochi ai propri "followers" di Steam. Chiaramente un'ampliamento dell'attuale sistema delle Recensioni, che andrà ad accrescere la sua importanza integrandosi direttamente nella homepage di Steam e dalla quale sarà possibile visualizzare i consigli e le recensioni dei propri amici. Questa implementazione potrebbe essere la svolta che trasformerà Steam da un semplice store con funzioni avanzate, a un vero e proprio social network sui videogames, con tanto di interventi e consigli degli amici e dei recensori che riteniamo più affidabili.

Dynamic Store (Store dinamico): Alcune linee di codice fanno pensare che molto presto sarà possibile personalizzare del tutto la visualizzazione della homepage. Oltre alla propria lista di following e la coda dei giochi, si potrà scegliere cosa vedere fra: le novità, i giochi popolari, il software, i contenuti scaricabili, i giochi non ancora posseduti, i giochi già posseduti, i migliori DLC e i prodotti visti di recente.

Oltre a queste interessanti funzioni, pare che sarà presente il blu come nuovo colore dominante, nuovi filtri di ricerca e un sistema di autenticazione a doppio-step interfacciato con l'applicazione Steam Mobile o il Google Authenticator (chi usa Steam da tempo sa bene quanto in passato siano state frequenti le truffe e i furti di account).

Musica, film, serie TV e plugins

steam-tv-series-music-code

Le novità non sono finite. Scrutando nel codice del client sono spuntati nuovi Application ID dedicati a Film, Serie TV, Video, Musica e Plugin. Anche se da tempo è possibile acquistare le colonne sonore dei giochi e vedere alcuni film dedicati al mondo del gaming (Free to Play, Indie Game The Movie), queste aggiunte indicano chiaramente la volontà di espandere a 360° l'offerta multimediale della piattaforma, rendendo di conseguenza molto più appetibili sul mercato le future Steam Machines.

Sembra interessante anche la voce "Plugin", che potrebbe indicare la possibilità di espandere le funzionalità del client attraverso delle estensioni, un po' come accade con browser moderni tipo Chrome e Firefox.

Per adesso niente è stato confermato ufficialmente; tuttavia ci troviamo di fronte a una lista di implementazioni che sembrano perfettamente in linea con la strategia tenuta finora da Valve: personalizzazione, maggior potere di scelta in mano agli utilizzatori finali (vedi Greenlight), espansione sul mercato dell'home entertainment.

Il profumo che si respira è quello di una particolare mistura fra un social network e uno store multimediale. Staremo a vedere come evolverà davvero la situazione e quali saranno i tempi per implementare il tutto.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Im6yRpQrsaY[/youtube]