Dopo le numerose polemiche nate in seguito all'annuncio shock di Rise of The Tomb Raider in esclusiva Microsoft; Phil Spencer, capo della divisione Xbox, ha voluto chiarire alcuni passaggi oscuri della vicenda ai microfoni di Eurogamer.

Pochi minuti fa Phil Spencer ha infatti riferito che in realtà il gioco sarà disponibile anche per Xbox 360 nella stessa finestra temporale e che l'esclusiva stessa su console Microsoft avrà una durata non illimitata.

Spencer, alla domanda riguardo la durata dell'accordo, risponde: "Sì, l’accordo ha una durata. Non l’ho comprato, non possiedo il franchise."

Ribadisce poi: "Ovviamente l’accordo ha una durata, non ho comprato l’IP permanentemente."

A coloro che gli hanno chiesto con insistenza quanto potesse durare l'esclusività temporale, il capo della divisione Xbox ha sentenziato in tal modo: "No. Non sto cercando di fregare nessuno. Si tratta di un accordo tra noi e il partner. Le persone mi chiedono quanto abbiamo pagato. Ci sono certe cose delle quali non parlerò perché si tratta di un accordo privato."

Altra bufera in arrivo per Microsoft? Non resta che sedere sulla poltrona e navigare i forum sparsi per il Web, in attesa di ulteriori novità.

phil spencer