[mks_dropcap size="90" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]T[/mks_dropcap]empo fa scrivemmo un Rumor Control altamente polemico circa la questione della stampa specializzata, soprattutto nei casi in cui vi è una disparità di informazione e si tenta di far passare messaggi errati o storpiati nella loro forma.

Purtroppo dobbiamo constatare che ciò avviene ciclicamente e sempre quando arrivano buone notizie per Xbox One e cattive notizie per PS4: quasi come se si volesse tentare di distorcere la realtà e mettere sempre sul piano più alto la console di Sony.

Fateci caso, solo in questa prima settimana di luglio sono arrivate notizie poco confortanti per la situazione nipponica di PS4, con la console che stenta a decollare, e anzi si ritrova in piena difficoltà.

Per distogliere l’attenzione da questi articoli ecco puntuale la “doccia fredda” per One con una pseudo-intervista rilasciata da Gamepur che attraverso un singolo tweet di Brad Wardell ci ha costruito su un articolo senza senso, proprio dalla persona che più di ogni altra ha elogiato in altri messaggi su Twitter le potenzialità delle DirectX 12 per PC e One.

Addirittura in questo articolo si dice, nel titolo, che le DX12 non serviranno alla One per garantire i 1080p. Certo, come se gli ultimi giochi, che ripetiamo alla noia girano già a questa risoluzione e con ottimi risultati (Wolfentstein: The New Order su tutti), non abbiano già beneficiato del Full HD nativo e che le DX12 non permetteranno ciò.

Ovviamente tutti gli altri portali a riportare la notizia senza aver fatto un minimo di lavoro giornalistico, da cui sarebbe trapelato, nella realtà, che non c’è stata nessuna intervista ma solo due tweet che il redattore ha manipolato come meglio credeva (in questo caso, come peggio poteva…).

Curioso che si faccia poi riferimento ai 1080p e 60 fps dei giochi per PS4 quando poi, allo stato attuale, nessun gioco per la console di Sony che sia AAA giri con questa configurazione (e per 60fps intendiamo bloccati, non variabili da 30 a 50 e da 60 a 40…).

Di questi esempi ne possiamo fare tantissimi e si ha la netta sensazione che i media cerchino di tutelare PS4 e screditare Xbox One quando se ne ha l’occasione. Non stiamo dicendo che vi sia corruzione o che Sony abbia comprato i media, non ha i soldi per farlo e sarebbe un clamoroso autogol, solamente che i principali siti (e testate) sfruttano ogni singola occasione per portare utenza (e click) travisando notizie volutamente e inserendo titoli altisonanti che non corrispondono alla realtà.

Un semplice gioco per incrementare accessi e traffico sul proprio sito, dando adito a “insider” ad esempio che si sono rivelati tutto fuorché fonti affidabili, ma che anzi distorcevano le informazioni sempre per il giochino di One inferiore, One problemi, One arranca su tutti i fronti.

Il giornalismo è anche questo, purtroppo, ma definirlo così in un campo dominato ancora da un certo trend infantile e mosso da persone non qualificate nella maggior parte dei casi, è eccessivo delinearlo come “professionale”.

Un altro aspetto che ci fa storcere il naso, e nemmeno poco, è dai recenti Digital Foundry, incentrati a trovare il fatidico pelo nell’uovo analizzando ogni singolo trailer (si, avete letto bene, analisi su video…) pur di screditare le opere per One, come nel caso di Call of Duty: Advanced Warfare (che gira, stando al video, a meno di 900p) o di altri “trailer” per mostrare un calo di frame rate (!!!) in determinati punti, o ancora mostrare Wolfenstein: The New Order che in tre sequenze animate (ergo, cutscene) la risoluzione si abbassa per un attimo.

Tale certosino lavoro non viene fatto per PS4 e ci chiediamo il motivo per cui manchino ad esempio i DF di The Order: 1886 (che in pochi ammetteranno essere nativo a 800p…) o dei video mostrati da Sony all’E3 2014 (stranamente nessuno ha detto che Battlefield: Hardline girasse a 900p su PS4, nella demo della fiera e non a 1080p come indicato da Sony…).

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]Sarebbe bello vedere una parità di informazione o quantomeno parità di analisi[/mks_pullquote]

Sarebbe bello vedere una parità di informazione o quantomeno parità di analisi, siano esse positive o negative, per entrambi i fronti.

Altro esempio di disinformazione, voluta o meno, è nella memoria di sistema di PS4, che tutti sbandierano a 176 GB/sec grazie alle performanti GDDR5 quando invece si parla di picco teorico, e tutti i confronti vengono fatti con i 200 GB/Sec di One sulla ESRAM (picco reale). No, è inesatto, dato che il picco reale della memoria di PS4 arriva a malapena a 145 GB/sec. Ma di questo ce ne occuperemo più avanti.

Purtroppo anche nell’ultimissimo DF abbiamo riscontrato inesattezze, effettuato su Sniper Elite 3 che ha beneficiato, su One, dei dev-kit di giugno per aumentare la risoluzione a 1080p nativi, purtroppo tralasciando l’ottimizzazione e, lo dobbiamo ammettere, con screen-tearing nella versione per One.

Quello che è strano è che, ad esempio, l’analisi sul frame rate è discordante, con il DF che riporta un frame rate scostante su One mentre le analisi fatte da GamingBolt prima e da Red Gaming Tech mostrino il contrario. Chi ha ragione? Chi ha sbagliato l’analisi?

Certo il DF ha ammesso di non aver utilizzato la versione con patch, quindi minata da più bug e non definitiva, promettendo un nuovo video che ancora non è arrivato, ma quello che lascia perplessi è perché si faccia riferimento ad alcune texture a bassa definizione del terreno nella versione One e non si faccia minimamente riferimento ai personaggi per PS4, come vi mostriamo in queste immagini (riprese dal video del DF):

Immagine1

Immagine2

Immagine3

Ovviamente si tende a screditare la versione “peggiore” e passare inosservati alcuni elementi negativi su PS4. E la cosa è davanti gli occhi di tutti.

Anche il mostrare il video del frame rate a velocità bassa per risaltare lo screen-tearing su One è quantomeno sospetto, soprattutto quando non si fa riferimento alla opzione di bloccare il frame rate per eliminare il fastidioso bug (quando si testa poi una versione non definitiva…).

Stessa cosa venne fatta con la versione incompleta di Battlefield 4 e di Assassin’s Creed 4, versioni su One accompagnate da patch day-one.

Insomma, c’è da fidarsi? Assolutamente no, più che altro per evidente omissione di alcuni “particolari”. Sembra un po’ la situazione della stampa in Italia (sportiva, di cronaca o politica…), ma su questo sorvoliamo. Detto questo aspettatevi un video alla Gamescom 2014 di agosto su Gears of War per One. Un breve trailer, giusto per far capire ai più che i ragazzi di Black Tusk ci stanno lavorando.

Attendibilità: 80%

Forza Horizon 2 mostra i muscoli e, se a qualcuno non ha fatto impazzire negli ultimi video, sappiate che Playground ha aggiunto parecchie novità nella build più recente (di giugno, quando le precedenti versioni si riferivano all’alpha version di primavera). La grafica è migliorata moltissimo e anche gli effetti. Aspettatevi un nuovo gameplay video basato sull’ultima versione.

Attendibilità: 95%

Torniamo sulla questione Capcom-Crytek che qualcuno ci ha chiesto nelle FAQ: no, Microsoft non è in trattative con nessuna delle due società per l’acquisizione, unica certezza è che Redmond voglia accaparrarsi l’intera IP di Ryse. Alla fine Crytek ce la farà da sola, così come Capcom.

Attendibilità: 95%

Sempre nel corso della GamesCom 2014 ritroverete Quantum Break, questo è risaputo, ma la demo giocabile mostrerà cosa è in grado di fare Xbox One. Sì, assieme a Fable Legends e Forza Horizon 2.

Attendibilità: 95%

Quando vedremo le DirectX 12 all’opera? In Halo 5 e in Quantum Break come primi titoli. Ma c’è da attendere l’estate prossima…

Attendibilità: 95%

Ora largo alle vostre domande:

Ci avete chiesto dove X-Rays fosse stato prima di XboxWay e TMAG: X-Rays di fatto non esiste, è solo una vostra invenzione, noi siamo una e più persone. Siamo come un virus, siamo ovunque e ci replichiamo, collegati però in un’unica entità.

Ok, torniamo seri, in realtà siamo lontani conoscenti di alcuni membri della redazione, che ci portarono prima su XW e poi su TMAG. Rimanere in piccole realtà è un modo per non correre rischi ed essere esposti molto meno.

Ci chiedete quando uscirà Phantom Dust, reboot della serie, per Xbox One. Il gioco è in arrivo nel primo quadrimestre del 2015.

Su Scalebound vedremo qualcosa in estate-autunno ma l’uscita è lontana: parliamo di fine 2015.