[mks_dropcap size="90" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]S[/mks_dropcap]ono (finalmente) passati due mesi dall'uscita del terzo episodio e con molto piacere abbiamo rimesso le mani su The Wolf Among Us, ultima fatica di Telltale Games. In Sheep's Clothing, quarto capitolo di quest'appassionante avventura grafica, vede Bigby Wolf intento a compiere gli ultimi passi vitali per le sue indagini. Presto il nostro protagonista si troverà faccia a faccia con la fonte di ogni problema, ma come si comporterà? Toccherà a noi il compito di guidare le scelte di Bigby, riusciremo a tenere a bada il Lupo Cattivo?

Come sempre ci teniamo a ricordarvi che questa recensione conterrà potenziali SPOILER e vi sconsigliamo la lettura nel caso non aveste ancora giocato ai precedenti episodi. Abbiamo pensato comunque di introdurvi al mondo di The Wolf Among Us, un'avventura punta-e-clicca ispirata al fumetto fantasy Fables, partorito dalla mente di Bill Willingham e pubblicato da Vertigo/DC Comics.

L'(anti)eroe di questa storia è Bigby Wolf, un nome che richiama il Grande Lupo Cattivo di Cappuccetto Rosso. Come tutti gli altri personaggi che popolano il mondo di The Wolf Among Us, Bigby è una Fiaba, un essere leggendario estrapolato dal suo ambiente folkloristico e trapiantato a New York. Per redimersi dai suoi peccati, Bigby deve guidare la comunità clandestina di Fabletown e far rispettare la legge ricoprendo il ruolo di sceriffo. Adesso vi starete chiedendo, qual è la legge più importante di Fabletown? Nascondere la propria vera identità agli occhi degli "umani", assumendo le loro stesse sembianze con l'incantesimo Glamour. Non si tratta di un incanto a portata di tutte le tasche e bisogna aggiungere che a Fabletown i problemi finanziari sono all'ordine del giorno.

Sheep clothing

Chiusa parentesi, In Sheep's Clothing inizia nel peggiore dei modi possibili: un incubo. Bigby è nel suo appartamento quando viene a fargli visita Bloody Mary, pronta a colpirlo fatalmente con l'ascia di Woody. Povero, perchè nelle battute finali del precedente capitolo Wolf è stato malmenato proprio dalla sadica sicaria, la Fiaba più temuta dallo sceriffo (e ce ne vuole per spaventare il Lupo Cattivo). Al suo risveglio, Bigby si ritrova sotto i ferri, mentre un medico sta estraendo i frammenti del proiettile d'argento che lo ha messo KO. Fortunatamente c'è anche Snow White ad assisterci, fresca di promozione a capo della comunità.

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]Snow White ha intenzione di far rispettare le regole della comunità, senza fare alcuna distinzione[/mks_pullquote]

Fa la sua comparsa anche quel guastafeste di Colin, che in seguito a un aspro battibecco con Snow ci mette di fronte alla prima difficile decisione di questo episodio. Con la sua nuova nomina, infatti, Snow White ha intenzione di far rispettare le regole della comunità, senza fare alcuna distinzione. Ma quando sono coinvolti anche quei pochi amici che ha, Bigby dovrà scegliere da che parte stare. Non si tratta di una semplice scelta (come del resto non lo sono tutte le altre) e anche dopo aver intrapreso la strada che riteniamo la più giusta, una sensazione di rimorso ci accompagnerà lungo il nostro cammino.

Le indagini ci portano a far visita a qualche vecchia conoscenza: molto interessante l'incontro con Belle e Beast che si tiene nell'appartamento della "nobile" coppia, peccato solo che i due piccioncini abbiano perso già da tempo le loro ricchezze. Ma le loro regali esigenze, e un pizzico di egoismo, li ha costretti a chiedere un aiuto finanziario alla persona meno affidabile di Fabletown: the Crooked Man. Conosciuto nella nostra lingua come "lo storpio", è probabilmente l'uomo più potente e pericoloso della comunità fiabesca della Grande Mela ed è il principale antagonista delle vicende di The Wolf Among Us. Dopo il fatale incontro con il suo braccio destro, Bloody Mary, Wolf scoprirà presto il terribile piano di Crooked Man: controllare Fabletown e avere in pugno le vite di tutte le Fiabe. E quando ci sarà solamente una porta a dividerci dal nostro destino, la questione diventa personale.

TWAU

Dopo le consuete due ore di gioco è arrivato il momento di tirare le somme. Nel complesso ci troviamo di fronte a un episodio che ha deluso leggermente le nostre aspettative: il ritmo è meno incalzante di A Crooked Mile, il capitolo che fa da prequel, e la libertà che ci veniva concessa durante l'esplorazione degli scenari è qui limitata da una maggiore linearità di gioco. Ciononostante la tensione è palpabile, così come l'impressione di essere sempre più vicini alla risposta che stavamo cercando da circa quattro episodi. In Sheep's Clothing include anche la scena di combattimento più riuscita dell'intera serie, molto coinvolgente considerando la natura del prodotto di Telltale.

Il finale è meno sconvolgente dei cliffhanger a cui siamo stati abituati con i precedenti episodi, ma è sicuramente il più importante per la storia di Bigby Wolf, ora che il nostro protagonista sta per affrontare la sua nemesi. Seguiremo gli ordini di Snow usando le buone maniere o lasceremo che la bestia prenda il sopravvento sfogando la nostra ira sull'uomo che ha portato scompiglio a Fabletown?

Dovremo attendere altri due mesi prima di scoprire se questa storia avrà il lieto fine che merita. Noi siamo rimasti molto affascinati da questa sorprendente narrazione e dal carisma di Bigby Wolf, perennemente diviso tra bene e male. Se anche voi amate le avventure punta-e-clicca, The Wolf Among Us rientra sicuramente tra i titoli da giocare almeno una volta nella vita, perchè di produzioni del genere se ne vedono davvero poche oggigiorno.

[mks_dropcap style="letter" size="52" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]7[/mks_dropcap]

The Wolf Among Us: Episodio 4 è ora disponibile per PC, Mac, Xbox 360, PS3, PS Vita e iOS. Abbiamo realizzato la nostra recensione grazie a un codice per PC fornitoci dallo sviluppatore.