[mks_dropcap style="letter" size="90" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]C[/mks_dropcap]ari amici, eccoci di nuovo insieme. Dopo settimane di silenzio si torna a scrivere per un nuovo sito che tratterà più formati ma questo, a noi, poco interessa. Nelle nostre due rubriche, nate su XboxWay, tratteremo sempre e soltanto prodotti Microsoft, anche perché sono loro il mio contesto di riferimento.

Si ritorna quindi con Rumor Control e Inside Xbox One, e non sempre i nostri pensieri saranno in linea con il pensiero redazionale. Il nostro focus rimane Xbox e l’universo Microsoft, del resto poco ci interessa e se ci sarà da criticare la concorrenza lo faremo senza peli sulla lingua, come già accaduto in passato.

Che piaccia o no questo è l’X-Rays-pensiero e, di certo, pure scrivendo per un sito multiformato, rimane diretto principalmente ai fan delle console del colosso di Redmond. Un piccolo punto di riferimento dove si cercherà di fare informazione sull’hardware della console, leak e rumor su questo micro-universo interno a Microsoft.

Anche perché dopo l’E3 2014 la gente comincerà a vedere Xbox One non più come una grossa e depotenziata console, ma ci sarà più rispetto verso questo prodotto. Come vi avevamo annunciato in un precedente articolo, cosa che poi si è verificata, l’arrivo di Phil Spencer come capo della divisione Xbox ha causato un terremoto interno: via la vecchia dirigenza e spazio alle nuove-vecchie idee, Xbox One è principalmente una console e a una console servono giochi, tanti giochi, con forti esclusive.

e3-2014-will-show-army-of-huge-franchises-promises-xbox-boss-1109627

Il tivì-tivì-pensiero è solo un lontano ricordo e Spencer, vecchio hardcore gamer, conosce alla perfezione cosa vuole un giocatore. Di errori ne sono stati fatti tanti e hanno inciso in modo negativo sulla percezione di Xbox One. Poi il cambio di rotta, l’allontanamento forzato di persone come Whitten e Mattrick, e la messa in ombra di altri personaggi non proprio specializzati nella comunicazione (avete detto Albert Penello?).

Il punto di riferimento ora di Xbox è Phil Spencer e, come lo è sempre stato, Larry Hryb (conosciuto come Major Nelson). E guardate cosa è successo: via il Kinect come periferica obbligatoria, taglio di prezzo per il bundle solo console a 399 Euro/Dollari, sblocco del 10% di risorse prima riservate alla parte GPGPU della telecamera e Xbox One, nuovi dev-kit, tanti annunci pre-E3, i Games with Gold e l’abbattimento del paywall del Gold con la possibilità di tutti gli utenti di poter usufruire delle app più popolari.

L’uomo giusto per il rilancio di Xbox One: Phil Spencer

605x290xPhil-Spencer_2.jpg.pagespeed.ic.OvHRgNq3zp

Come si può notare vi sono stati altri, pesanti cambiamenti sulla filosofia di Xbox One. Ma le “origini” non si dimenticano ed ecco l’arrivo di show televisivi ad hoc, serie TV, film basati sull’universo di questa meravigliosa ed unica piattaforma.

Già in questo senso si sta un passo avanti alla concorrenza che, coi fondi in rosso, poco può investire sul lato entertainment. Prendete Quantum Break, ad esempio. Una fusione di un action game che ci vede nei panni di Chuck Choice, il “buono”, e la serie TV correlata che invece pone il focus sui “cattivi”.

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]Preparatevi ad eventi televisivi, solo sulle piattaforme Xbox, di alta qualità[/mks_pullquote]

E questo è soltanto l’inizio per gli Xbox Originals, preparatevi ad eventi televisivi, solo sulle piattaforme Xbox, di alta qualità. Di converso il tanto decantato “Game On!” di Microsoft e di Phil Spencer sta dando i risultati che ogni giocatori si aspettava: giochi, esclusive, indie, promozioni, giochi e ancora giochi di primissimo ordine.

Molti non lo sanno ma già ai tempi del reveal di Xbox One Microsoft aveva investito 1 miliardo di dollari aggiuntivi per la formazione di first party e l’acquisto di esclusive (Titanfall ne è un esempio) legate ai Microsoft Studios. Questo “folle” investimento lo potrete vedere coi vostri occhi tra pochissimo, durante l’E3 2014. Qui verranno mostrate le nuove IP di Lionhead, Platform Next Game, Ruffian Games, Lift London, Rare, Good Science Studios, Twisted Pixels, Black Tusk, 343 Industries, Frontier Development e Leap Experience Pioneers.

Questi appena elencati sono tutti team legati a Microsoft e, nella maggior parte dei casi, first party fondati o acquisiti da Redmond. Ora avete bene in mente perché sono stati fatti già i reveal di Forza Horizon 2 (vedrete il gameplay all’E3), il single player di Sunset Overdrive (impressionante, non trovate?), i tre giochi manga-oriented di 5pb e un assaggino di Quantum Break (e qui siamo su un altro livello).

Spencer lo aveva detto: “Abbiamo troppe cose da mostrare e la scaletta stilata non rientra nei 90 minuti concessi all’E3. Siamo stati costretti a tagliare un po’ di cose…”.

AllE3-2014-Microsoft-dice-che-in-90-minuti-ci-sarà-solo-spazio-per-le-novità-stratosferiche-dei-giochi

Da qui l’esigenza di offrire qualche anticipazione e focalizzarsi allo show su quello che ancora non è stato presentato. Ed è anche top secret. Spencer ha rilasciato tre documenti separati e assegnati ognuno a pochi fidatissimi membri di Microsoft: una mossa per ridurre leak e, nella peggiore delle ipotesi, far portare alla luce solo 1/3 dell’attesa conferenza.

Non solo, ma la sicurezza è aumentata esponenzialmente e non c’è modo di reperire nuove info poiché ogni membro di Redmond, legato a Xbox, viene monitorato costantemente e tenuto sotto controllo. Non c’è verso di trafugare informazioni e, se beccati, si rischia oltre al licenziamento in tronco anche una denuncia per diffusione di materiale coperto da segreto industriale. Negli Stati Uniti un reato del genere porta anche al carcere.

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]La lista riassuntiva di quanto verrà svelato all’E3 2014[/mks_pullquote]

Tutto quello che è arrivato nelle settimane passate è anche l’ultimo materiale disponibile e non sono usciti ulteriori leak, a conferma della massima segretezza che vige in Microsoft in questi giorni pre-E3. A noi qualcosa di nuovo è arrivato, ma si tratta più che altro di “conferme” di nostri vecchi rumor, come appunto Forza Horizon 2 (abbiamo sbagliato i frame per secondo, ma ci risulta che il team stia provando a portare il gioco a 60fps, anche se le DX12 non sono ancora pronte e i dev-kit per le nuove API non ancora disponibili) o Halo 2: Anniversary.

Quella che potete leggere di seguito è quindi la lista riassuntiva di quanto verrà svelato all’E3 2014:

- Halo 5: Guardians, sviluppato dai 343 Industries è il nuovo FPS legato alla serie Halo. Un open world che sfrutterà il cloud computing e offrirà un multiplayer di dimensioni bibliche. Il gioco girerà a 1080p e 60fps stabili. Uscita per il 2015. All’E3 ci sarà una demo in-game. Halo 5 è il seguito diretto di Halo 4.

- Gears of War, sviluppato da Black Tusk si mostrerà solamente con un breve filmato in CG, dato che i lavoro sono partiti solamente 120 giorni fa. Uscita fissata per fine 2015. I ragazzi di Black Tusk sono al lavoro anche su una IP inedita, messa però un po’ in soffitta per dare priorità a Gears of War. Se ne parla nei prossimi mesi per un primo reveal.

- Di Sunset Overdrive vedremo il lato multiplayer online del gioco. Demo on-stage presente. Uscita tra fine estate e primi di settembre.

- Quantum Break, dopo il recente sneak peak, sarà proposto con un altro piccolo teaser video; Remedy porterà una demo del gioco nel corso della Gamescom di agosto.

microsoft-e3-2014-start-time

- Altro gioco first party che godrà di grande visibilità è Fable Legends. 10 minuti di gameplay per il gioco di Lionhead Studios. Un MMOG fantasy molto ambizioso e mosso dall’Unreal Engine 4 ottimizzato per Xbox One. I lavori procedono bene e l’uscita avverrà entro fine anno. Lionhead dovrebbe presentare anche una IP tutta nuova e si parla di un vecchio progetto mai andato in porto. Un action adventure dai toni post apocalittici dovrebbe essere lo sfondo del gioco (il “famoso” Eden Falls?, ndPS).

- Leap Experience Pioneers mostrerà una nuova IP fortemente ispirata a Mass Effect, un action-RPG sci-fi. Non vedrà la luce prima del 2015.

- Platform Next Games, anch’essa al lavoro su un’altra IP segreta che verrà presentata allo showcase. Tech demo e poco altro per questo promettente fantasy-medievale.

- Crackdown: Skyline è il terzo capitolo della mitica saga nata su 360 e in arrivo su Xbox One. Farà la sua comparsa come video-demo ed è in via di realizzazione presso Ruffian Games seguiti da un importante team interno.

- Phantom Dust: Sacrifice è certo su Xbox One, sviluppato da Grounding. Inc è il reboot della nota serie. Offrirà diversi capitoli come per D4, gioco che torna sul palco dell’E3 e ne verrà diffusa, finalmente, la data di uscita.

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]Kinect non è finito nel dimenticatoio, tanto che sono in arrivo l’IP targata Frontier Development e l’altra realizzata da Good Science Studios[/mks_pullquote]

- Kinect non è finito nel dimenticatoio, tanto che sono in arrivo l’IP targata Frontier Development e l’altra realizzata da Good Science Studios. Il primo sarà un party game mentre il secondo un adventure che dovrebbe supportare anche i Fortaleza Glasses. Nome in codice EchoBlack.

- Andrà in scena una parte relativa agli indie, ed ecco spuntare due giochi arcade, a cura di Lift London. Entrambi previsti per l’anno sul Live di Xbox One. Below avrà finalmente la sua data di uscita assieme altri 5 titoli di piccoli sviluppatori (uno sarà di Twisted Pixels).

- Il gioco in esclusiva di Platinum Games è RugPuddle e arriverà solo su Xbox One. Un clone di Viewtiful Joe, praticamente.

- Microsoft a braccetto con il Sol Levante e in arrivo diverse esclusive (temporali e non) da alcuni importanti publisher come Capcom (si parla del reboot di Dino Crisis, in esclusiva, ma sono contemplati anche Dragon’s Dogma e Monster Hunter), Mistwalker (un paio di importanti JRPG), i già citati 5pb e Swery con D4. No, nessun accordo con Nintendo per l’arrivo di Mario o Zelda su Xbox One.

- Presentazione in pompa magna dei tanto chiacchierati Fortaleza Glasses, in pratica dei Google Glasses avanzati che si interfacceranno col Kinect. Dimostrazione on-stage e uscita fissata per questo Natale con un prezzo che dovrebbe variare tra i 99 e i 129 Euro/Dollari (bisognerà vedere se verrà applicato il rapporto 1:1 con le valute…).

- Vi avevamo già parlato di Forza Horizon 2: sarà presente in modalità demo e mostrerà tutte le feature di questo imponente racing open world.

- Rare torna alla carica con Battle Toads, Perfect Dark Reboot, Conker 2 e la seconda stagione di Killer Instinct (nuovi personaggi e arene in arrivo). Tutti titoli per Xbox One. In cantiere anche il nuovo Viva PInata, Kameo e Banjo, Vodoo Vince ma se ne riparlerà alla Gamescom.

- Microsoft Studios presenterà un RTS esclusivo, tra Halo Wars 2 e Rise of Nations di cui ha recentemente acquisito i diritti.

[mks_pullquote align="right" width="300" size="24" bg_color="#ffffff" txt_color="#e64946"]Ryse 2 è in programma e Crytek ci sta già lavorando su.[/mks_pullquote]

- Ryse 2 è in programma e Crytek ci sta già lavorando su.

- Samaritan, vecchia demo dell’UE4, è una nuova IP di Epic in arrivo su Xbox One.

- Halo 2: Anniversary è un assaggio della serie che troverà la sua massima incarnazione in Halo 5. Un remake per nostalgici prima di mettere le mani sulla Master Collection (i primi 4 capitoli riveduti e corretti) e, alla fine, proprio su Halo 5.

- 3 ulteriori “bombe” che faranno alzare i giornalisti presenti in sala, dei quali scatterà l’applauso a scena aperta.

- Dopo questa ricca sequenza di first party ed esclusive, Microsoft ha anche siglato accordi con Electronic Arts, Ubisoft, Activision, Rockstar per la presentazione “on-stage” di Battlefield: Hardline, una serie legata a EA Sports, Mirror’s Edge 2, Dragon Age: Inquisition, Mass Effect 4, passando poi a The Division e Assassin’s Creed: Unity, Call of Duty: Advanced Warfare (DLC in esclusiva su 360 e One), GTA V su Xbox One e, udite udite, Red Dead Redemption 2 e Agent.

Non dobbiamo dimenticarci di Fallout 4 e Dishnored 2 di Bethesda, il nuovo gioco di Crystal Dynamics (Tomb Raider 2 o Legacy of Kain, magari entrambi…), Homefront 2 di Crytek e di tutta una serie di giochi già noti come The Witcher 3, Dying Light, Evolve, Metal Gear Solid V: The Phantom Pain e Mortal Kombat X. Ovviamente si tratta di grandi titoli multiformato in arrivo su più sistemi, ma era solo per ricordare quante belle cose ci aspettano su Xbox One e 360 da parte delle terze parti.

Detto questo la parte del leone la farà proprio Microsoft grazie ai suoi tantissimi annunci in esclusiva, e inedite IP in arrivo solo ed unicamente su Xbox One. Qualcuno, oltre a noi, lo va dicendo da tempo ma sembra che anche la stampa “avverta” un super E3 da parte dell’azienda di Redmond, e parliamo di giornalisti che hanno sempre dato addosso a Microsoft – vero, Geoff Keighley?

jpgsony

Secondo noi manca un bel punto interrogativo dopo la parola “Play”…

Il rilancio di Xbox One partirà domani. Allacciatevi le cinture!