Continuano le speculazioni riguardo a PS5, la nuova console di casa Sony che non dovrebbe arrivare prima del 2020 (secondo gli ultimi rumor). Ma questa volta a parlarne è dirigente di Sony Interactive Entertainment, Andrew House, ai microfoni di Polygon.

Secondo quest'ultimo, non è ancora il momento di parlare della nuova console in quanto PlayStation 4 ha ancora una lunga vita davanti a sé. "Sono molto ottimista su cicli vitali più lunghi per le console", ha affermato House.

"Dobbiamo dire che le console sono molto sotto-rappresentate e sono anche penetrate poco in numerosi mercati in giro per il mondo, c'è ancora tantissimo potenziale. Non dimentichiamoci, ad esempio, che il mercato della Cina è ampiamente poco sfruttato".

L'ex dirigente Sony ha parlato anche del futuro del formato fisico, dicendosi abbastanza sicuro che ci vorrà ancora del tempo prima che il mercato digitale sovrasti completamente quello retailer.

"Non ho una solida conoscenza dell'argomento in questione, ma la mia sensazione è che vedremo il formato fisico in giro per l'industria ancora per un bel po'. Se vuoi spingerti in alcuni di questi mercati emergenti, allora consentire di avere come opzione un formato d'acquisto più tradizionale, come quello fisico, non è sicuramente una cosa negativa".

In ogni caso non nega che i servizi di videogiochi in streaming siano già una realtà: "a prescindere dalle difficoltà tecniche, non c'è nessun motivo per cui gli streaming di videogiochi non possano essere presenti, nell'industria videoludica, tanto quanto lo sono in quella musicale o cinematografica". ha concluso House.

Cosa ne pensate delle dichiarazioni dell'ex dirigente di casa Sony? Fatecelo sapere con un commento.