ESA, l'associazione degli sviluppatori e dei publisher americani, ha diramato una comunicazione per schierarsi apertamente contro le ultime dichiarazioni di Donald Trump.

Una dichiarazione dai toni inusuali, come sottolinea Polygon, dal momento che le precedenti prese di posizione erano state sì ferme ma molto più morbide, se non favorevoli alla legislatura, rispetto a quella di oggi.

Nella sua nota, ESA ha risposto così al Presidente degli Stati Uniti d'America, secondo cui l'immigrazione dovrebbe portare sul suolo americano immigrati di qualità come i norvegesi e non haitiani o africani, provenienti da "shithole countries".

"La grandezza dell'America è stata costruita sulla diversità. I commenti ripugnanti del Presidente minano i valori fondamentali di chi siamo come paese", si legge nella dichiarazione dell'ente che organizza l'E3.

"Non c'è posto nella nostra società per questo tipo di pensiero arretrato e lo condanniamo nei termini più forti".

Nella giornata di ieri, Trump si era distinto per un'uscita infelice e sempre a sfondo videoludico, per così dire.

Parlando di una consegna di aerei militari alla Norvegia, aveva fatto riferimento ad un F-52, un modello che esiste soltanto in Call of Duty: Advanced Warfare.