Electronic Arts continua a rimanere nel calderone delle polemiche, e sembra non riesca ad uscirne.

Dopo quanto accaduto con le microtransazioni di Star Wars Battlefront II, appare online un brevetto dell'azienda che vorrebbe indurre i giocatori ad acquistare oggetti in-game.

E3 2017

Un brevetto di Electronic Arts che indurrebbe a fare acquisit in-game

L'Engagement Optimized Matchmaking (EOMM), questo il nome del brevetto, è un particolare sistema di matchmaking il cui obiettivo è quello di combinare giocatori non solo in base alle proprie abilità di gioco, ma anche in base alla quantità di denaro spesa in gioco.

Questo induce quindi i giocatori ad osservare chi ha equipaggiamenti e skin più attraenti e spingerli all'acquisto.

È stato poi scovato un secondo brevetto, meno invasivo, che "aggiusta" la difficoltà in modo dinamico, in modo da permettere al gioco di adeguare il livello di sfida in base al giocatore.

Sembra che questa particolare meccanica sia già presente su alcuni titoli Electronic Arts.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.