Come vi avevamo raccontato in alcune precedenti news, Phil Spencer ha partecipato al Brazil Game Show e nell'occasione ha potuto rilasciare parecchie dichiarazioni, su Xbox One X, sulla retrocompatibilità e sulla situazione del mercato dell'entertainment.

Dall'intervista concessa a Gamespot possiamo trarre degli spunti, come quello relativo all'opinione di Spencer sui numeri e sulla fredda logica delle vendite, che non possono essere tutto per Spencer.

"Credo che se ti concentri solo sulle vendite dell'hardware in questo momento, come giocatore, perdiamo di vista quello che sta succedendo nel mercato delle console", ha affermato Spencer sull'argomento.

"Le console sono importanti. Amo le console, ma è solo una parte del business del gaming, non sono tutto. Quindi non definisco il successo da una delle tante versioni delle nostre console e da quanto questa venda".

Spencer ha poi concluso, "stiamo facendo crescere il mercato? Stanno aumentando il numero dei nostri clienti? Questo è importante".

Phil Spencer

Il capo della divisione Xbox ha spiegato inoltre come l'introduzione di un ecosistema dei servizi sia uno dei focus di Microsoft, ribadendo come le sole vendite di una console non rappresentino il core business del colosso di Redmond.

"Cose come Xbox Live su diversi dispositivi, cose come Mixer come piattaforma streaming su diversi dispositivi, portare cose come Minecraft su diversi dispositivi. Tutti questi elementi sono molto importanti per le nostre ambizioni".

Microsoft da tempo scommette sul concetto di ecosistema, e sembra che la compagnia continui a promuovere una visione d'insieme più ampia, che non si restringa soltanto al binomio console - cd da inserirle all'interno.

Siete in linea con la visione di Microsoft? Credete che il futuro di Xbox One godrà delle scelte dell'azienda?