Negli ultimi giorni si sta sentendo parecchio parlare di DLC e contenuti aggiuntivi, non proprio in un'accezione positiva o comunque con qualche critica. In particolare, l'ultima voce importante a riguardo è quella di Phil Spencer, boss di Xbox che in una recente intervista ha dato la sua opinione.

Di sicuro è un'opinione interessante, in quanto non dice nulla che ci si potrebbe aspettare da qualcuno nella sua posizione. "So che non è un'ottima risposta, ma a me non piacciono", ha sentenziato Phil Spencer, a GameSpot.

phil spencer

Di fatto si riferisce alla pratica delle cosiddette esclusive temporali che molte volte portano ad avere contenuti aggiuntivi particolari solo su una data piattaforma. "non mi piace l'idea di pagare per fare in modo che un tale oggetto non venga utilizzato su un'altra piattaforma".

Allo stesso modo ha spiegato di essere ben conscio che l'inizio di tutto si ebbe diversi anni fa con Call of Duty su Xbox. "Capisco le dita puntate contro di noi", ha spiegato.