Come ogni domenica torna VideoGamer Italia Plays, la rubrica in cui vi raccontiamo a cosa ci siamo dedicati nella settimana appena trascorsa (videoludicamente parlando, s'intende).

Questa volta vi parliamo della beta di Star Wars Battlefront 2, di Cuphead (da due differenti punti di vista), di Pokémon Luna, del secondo episodio di Batman: The Enemy Within di Telltale Games e dell'action RPG La Terra di Mezzo: L'ombra di Mordor, in attesa dell'uscita del prossimo capitolo: L'Ombra della Guerra.

Virginia Paravani, editor

  • Star Wars Battlefront II (Beta), Xbox One

VideoGamer Italia Plays

Dopo il primo capitolo non posso che aspettare con ansia il seguito. Durante le varie conferenze abbiamo visto quanto Electronic Arts e DICE hanno da offrire ma non avevo avuto ancora il piacere di poterci mettere le mani sopra. Grazie alla Beta, per tutte le piattaforme, ho avuto un piccolo, veramente piccolo assaggio di Star Wars Battlefront II.

Non sarebbe giusto pronunciarsi a riguardo, troppo prematuro e soprattutto ci dovremmo basare su una versione non definitiva anche se di alcuni contenuti.

Il cambio è radicale, con il sistema di carte e chest, la progressione dei personaggi si fa nettamente diversa ed interessante ma ovviamente è ancora da tutto scoprire.

Peccato non poter sapere di più sulla campagna ma in fondo sarebbe pretendere troppo da una versione beta. Resta il fatto che lo attendo davvero ancor di più!

Salvatore Pilò, editor

  • Cuphead, PC

VideoGamer Italia Plays

Cuphead. Ricordo che nel primo secondo in cui mostrarono il primo frame di questo gioco io ne ero già follemente innamorato. Ricordo che il secondo esatto in cui lo rinviarono mi si spezzò il cuore e ricordo che quando, l’anno scorso, lo provai in quel di Milano ne rimasi così affascinato da aver già deciso, nel mio piccolo, che questo titolo sarebbe stato un capolavoro.

Al day one non persi troppo tempo, lo acquistai senza nemmeno batter ciglio, consapevole del mio enorme backlog, consapevole di non avere tempo a sufficienza da dedicarli eppure lo comprai e lo avviai, noncurante di tutto quello che dovevo fare.

E niente, Cuphead è probabilmente il mio “platform” preferito. Il mio run’n’gun preferito. Forse, e questo è un azzardo, Cuphead è il mio gioco preferito. Non ho fatto altro questa settimana, non ho fatto altro che amarlo, piangere e ridere con lui e mai, come ora, un titolo è riuscito ad avermi come ha avuto, mi sta avendo, e mi avrà Cuphead.

E mentre scrivo questo trafiletto la mia testa è ancora li, in quel mondo schifosamente bello e bizzarro con cui avrò ancora molto, moltissimo, a che fare. Paranoie da punteggi. Paranoie che non avevo più… da anni. Grazie Cuphead.

Valentino Cinefra, editor

  • Cuphead, PC

Smaltito il carico della Milan Games Week ed altri articoli, ho finalmente recuperato Cuphead che non vedevo l’ora di avere tra la mia libreria di titoli Steam.

Allora, diciamo le cose come stanno. Esteticamente non si può davvero dire nulla: bello, ispirato, ben animato. Ma sono d’accordo col nostro Marcello Paolillo nel non definirlo un capolavoro. È un titolo grandioso, ma non eccelso.

In primis i livelli platform sono vistosamente “posticci” o comunque non curati come dovrebbero essere. Si vede che il gioco non è stato pensato per ospitare dei livelli classici da platform.

Inoltre, qualcosina da ridire nello stile ce l’ho, in particolare per quanto riguarda i boss. Alcuni attacchi nel pattern hanno poco senso e sembrano sconnessi con il resto. Voglio dire, perché uno slime dovrebbe avere come forma finale sé stesso all’interno di una lapide?

Marzia Armonia Rispoli, editor

  • Pokémon Luna, Nintendo 3DS

VideoGamer Italia Plays

Non ho mai capito perché io abbia abbandonato Pokémon Luna dopo poche decine di minuti di gioco. Non mi era chiaro se la magia che mi aveva fatto macinare praticamente ogni titolo uscito fino a Rubino e Zaffiro si fosse dissolta o meno, ma sta di fatto che inizialmente mi ero pentita di aver comprato un titolo di nuova generazione dopo aver abbandonato la saga da anni.

Questa settimana, invece, complice lo smartphone in riparazione, ho ripreso in mano il mio amato Nintendo 3DS e ho dato una seconda possibilità al titolo.

Certo, non ci sono le sfide nelle palestre e, a mio avviso, il titolo si muove più degli altri su binari precostituiti ma non è malaccio. E non lo dico perché ho trovato una sfida con un Pokémon Dominante che faceva il Photo Bomber. O forse sì ma ormai il telefono è di nuovo nelle mie mani e il saluto ad Alola è quasi obbligatorio.

Fabio Piras, editor

  • La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor, PC

VideoGamer Italia Plays

Ah, tra pochi giorni esce Middle-earth: Shadow of War? Ah, i salvataggi del primo capitolo possono essere importati? A che punto ero rimasto con Shadow of Mordor? E così ho ripreso i panni di Talion e Celebrimbor per tentare di portare a termine l'impresa.

Incredibilmente, nonostante non mi ricordassi assolutamente nulla dei comandi, è stato abbastanza semplice riprendere la mano e trovarmi a falciare orde di orchi. E così passai diverse serate a massacrare nemici e correre da una parte all'altra della mappa cercando di completare missioni e, sostanzialmente, ignorando la trama principale... ancora una volta.

Ho come l'impressione che non riuscirò a finirlo in tempo neanche stavolta, ma aspetta, cosa vedo all'orizzonte? Wolfenstein 2? Destiny 2? Click click, invia lettera di dimissioni, click click trova ponte con fibra in cui trasferirsi su google maps. Ok, sono pronto per ottobre.

Jonathan Campione, editor

  • Batman: The Enemy Within - Episode 2, PC

VideoGamer Italia Plays

La direzione che sta prendendo Telltale con le ultime stagioni delle sue saghe principali mi sta piacendo molto. Al netto di una prima season davvero avvincente e con non poche "licenze poetiche", Telltale continua ad innovare e a stravolgere i canon dell'universo fumettistico del cavaliere oscuro. In particolar modo in questo episodio i villain "new entry" sono davvero molto interessanti e in grado di offrire una chiave di lettura alternativa al mondo di Batman.

Harley Quinn e Bane, in particolar modo, sono le stelle di questo episodio. La dottoressa Harley è di sicuro l'elemento più sorprendente di The Pact, il secondo episodio di Batman: The Enemy WIthin. Sebbene i ritmi siano a tratti un po' troppo compassati, questo episodio non nega la possibilità al giocatore di tirare due mazzate ben assestate.

In definitiva, almeno per l'esordio di stagione, mi sento di dare fiducia ancora una volta a Telltale Games!