Solo poche settimane fa vi avevo anticipato le novità di Milan Games Week 2017, l’importante manifestazione italiana del videogioco, fortemente voluta da AESVI - Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani e Campus Fandango Club, tenutasi da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre 2017 a Fiera Milano Rho, Padiglioni 8 – 12 e con ben 35.000 metri quadri a disposizione (contro i 32.000 della passata MGW 2016).

Ora, dopo aver salutato ancora una volta la bella Milano, è tempo di bilanci relativamente a un’edizione che ha visto la presenza di numerosi ospiti speciali (primo fra tutti, il padre delle avventure punta & clicca, Tim Schafer), oltre a un’affluenza di pubblico realmente sorprendente, che non ha fatto per nulla rimpiangere il cambio di location, da molti visto come un rischio.

Fortunatamente, così non è stato: i biglietti staccati sono stati tanti e tali (da non far rimpiangere FieraMilanoCity, palcoscenico delle passate edizioni di Milan Games Week. Parliamo infatti di quasi 148 mila presenze, un record assoluto per un’evento che anno dopo anno guadagna sempre più spessore e visibilità, andando ad accostarsi ai grandi appuntamenti internazionali (come ad esempio la gamescom di Colonia, la Paris Games Week o l’imponente E3 di Los Angeles).

milan games week 2017
Nuova Milan Games Week, nuovo record di visitatori.

Paolo Chisari, Presidente di AESVI, ha orgogliosamente sottolineato i risultati ottenuti da questa settima edizione: “Questo per noi è stato l’anno della maturità: abbiamo dato vita ad una manifestazione dal respiro sempre più internazionale, grazie ad incontri con i guru del settore, a uno spettacolare eSports village con un’arena da oltre 900 posti, a spazi più ampi e tecnologici adeguati ad un evento in continua crescita. Il successo di Milan Games Week va di pari passo con l’andamento del mercato, che registra anno su anno trend positivi e attrae sempre più appassionati di tutte le età”.

A farla da padrone, in ogni caso, sono stati giochi: Milan Games Week 2017 ha visto oltre 70 titoli presentati, fra cui molte delle uscite più importanti che invaderanno gli scaffali dei negozi nel periodo autunnale e natalizio: da Call of Duty WWII a Super Mario Odyssey, senza dimenticare Star Wars Battlefront II e Detroit: Become Human, passando infine per Assassin’s Creed Origins e Forza Motorsport 7, quest’ultimo giocabile anche e soprattutto sulla nuova Xbox One X, la “console più potente di sempre” targata Microsoft e in uscita nel corso del prossimo mese di novembre di quest’anno.

Impossibile inoltre non sottolineare come il nuovo spazio dedicato ai titoli indipendenti italiani, Milan Games Week Indie, si sia rivelato il vero “cuore pulsante” di tutta la fiera. Posizionato idealmente al centro della manifestazione, al suo interno è stato possibile provare con mano ben 56 tra i più promettenti titoli del panorama indie locale, oltre alla possibilità di incontrare i giovani autori e sviluppatori.

milan games week 2017
La nuova location è sicuramente uno dei punti vincenti di questa edizione 2017.

L’edizione perfetta, quindi? Purtroppo ancora no: spesso e volentieri i presenti sono stati costretti a pazientare in coda per ore prima di poter testare con mano un videogioco, cosa questa che ha smorzato un po’ gli animi di tutti quelli accorsi in fiera per provare i loro titoli preferiti. Ma non solo: sarebbe anche ideale far si che i visitatori – così come gli addetti ai lavori – possano provare videogiochi inediti mai visti prima, vere e proprie anteprime esclusive di prodotti non ancora annunciati, esattamente come accade con l’edizione parigina di Games Week, occasione perfetta per scoprire in esclusiva assoluta i progetti più importanti attualmente in cantiere negli studi più importanti del panorama mondiale.

Nonostante questo, Milan Games Week 2017 si è dimostrata una fiera in grado di osare: l’idea di suddividere l'evento in due padiglioni ben distinti, uno dedicato ai videogiochi e un altro per gli incontri con i numerosi youtuber, ospiti speciali o eventi di aggregazione (come l’impressionante PG Arena powered by Red Bull, un palcoscenico che ha ospitato alcuni dei più importanti tornei eSport del momento).

Insomma, il nostro saluto a Milan Games Week – e di convesso, alla nostra rubrica Game In Italy, che chiude con questo articolo la sua prima stagione di successo - è sicuramente dei migliori, con la promessa che il prossimo anno le cose verranno fatte ancora più in grande. Perché il videogioco, dopotutto, è un media che non smette e non smetterà mai di stupire. Soprattutto in Italia.