Torna anche questa settimana VideoGamer Italia Plays, la rubrica in cui vi parliamo dei titoli a cui ci siamo dedicati negli ultimi giorni.

Questa volta, i titoli di riferimento sono Cuphead, Planet Coaster, Heroes of the Storm e PES 2018. Vi parliamo, inoltre, del protagonista indiscusso di questi ultimi giorni: l'attesissimo Mini SNES.

Fabio Piras, editor

  • Giochi vari, SNES Mini

VideoGamer Italia Plays

Ovviamente, appena arrivato a casa dopo la scoperta che la spedizione era stata consegnata, non ho potuto fare altro che scartare il tutto e cercare un maledetto alimentatore funzionante in giro per casa (e chissà perché non ho buttato quelli che ho trovato non funzionanti), non avete ancora capito di cosa stia parlando? Ovviamente del Super Nintendo Mini!

Non avendo mai avuto la console originale (in casa giravano solo PC) ma conoscendo alcuni dei giochi contenuti ho, ovviamente, iniziato da Street Fighter II e, con il caro Ryu, ho fatto rimpiangere alla mia ragazza di aver voluto giocare con me... anche se lei si è ampiamente vendicata con Mario Kart dopo pochi minuti.

Ho avuto modo poco di metterci le mani ma il momento nostalgico è stato forte quando ho messo mano a Megaman X. L'ultimo gioco che ho voluto provare prima di mettere da parte, per ora, la console è stato Secret of Mana ed ora ho una voglia terribile di finirlo. Potete dire tutto quello che volete, forse con un emulatore e le rom avrei speso meno e giocato di più... ma volete mettere con l'avere quella bellezza in giro per casa?

Virginia Paravani, editor

  • Cuphead, Xbox One

VideoGamer Italia Plays

Se ne è parlato per tanto tempo, lo abbiamo aspettato con tanta impazienza e finalmente eccolo qua sui nostri pc e Xbox. Lo studio MHDR aveva promesso un capolavoro e ha mantenuto in vita queste speranze rendendole certezze.

Cuphead è talmente bello che le parole forse sono superflue e dovremmo solo ammirare il level design creato in tutte le sue sfaccettature. Bello da vedersi, tanto quanto difficile.

Sì, i rumori sulle difficoltà non sono infondate. È impegnativo, in molti fasi frustranti e in altre ancora talmente imprevedibile da lasciarvi sul punto di rinunciare. Ma sarete talmente innamorati dalla musica e dalla bellezza che non ci riuscirete!

Jonathan Campione, editor

  • PES 2018, PC

VideoGamer Italia Plays

Dopo una intensa sessione universitaria di settembre è giunto il momento di dedicare il giusto tempo al mese dello sport videoludico. Come meglio celebrare il ritorno del calcio giocato e di quello video-giocato con un po' di sano Pro Evolution Soccer 2018?

Ogni anno compro entrambi i simulatori sulla piazza, sia quello Konami che quello targato Electronic Arts. Quest'anno ho optato per la versione PC di PES e sono stato ampiamente ripagato. Si tratta finalmente di una versione degna delle controparti console e non di un porting sciablo.

Un peccato per le licenze, sì ma fino ad un certo punto! Il titolo ha un gameplay solido ed in full manual è una vera bellezza. Non avrà l'ampio ventaglio di modalità offerto da Fifa 18 ma, come ho già detto, per quanto riguarda il lato gameplay quest'anno PES è veramente un osso durissimo per il titolo EA.

Marzia Armonia Rispoli, editor

  • Planet Coaster, PC

VideoGamer Italia Plays

Uno dei miei titoli preferiti di sempre è Roller Coaster Tycoon, un titolo manageriale che simula la gestione di un parco divertimenti in molti dei suoi aspetti.

Quando mi sono imbattuta in Planet Coaster - che sostanzialmente prometteva le stesse cose - i miei occhi hanno iniziato a brillare. E lo fanno ancora ora, a qualche giorno di distanza: Planet Coaster, infatti, ricalca perfettamente l'atmosfera che mi ha fatto innamorare di questo genere di titoli.

Ed è così che mi sono divertita a creare i miei parchi tematici, gestire le campagne marketing e le risorse nella ricerca. Sì, ovviamente ho anche creato delle montagne russe personalizzate ma non è mai stato il mio sogno. Semmai, una delle mie priorità è sempre stata assumere nuovi netturbini.

Perché un parco pulito, è un parco felice.

Valentino Cinefra, editor

  • Heroes of the Storm, PC

VideoGamer Italia Plays

Recentemente ho ripreso a giocare assiduamente il moba di Blizzard. L’occasione è ghiotta per provare Ana, il nuovo innesto nel roster di Heroes of the Storm proveniente direttamente da Overwatch.

Ana è ovviamente un supporto, e anche uno molto interessante. Le abilità presenti in Overwatch sono state replicate alla perfezione anche in Heroes of the Storm, e come nello shooter si tratta di un personaggio da usare con intelligenza.

Le sue abilità sono per buona parte degli skillshot, sia le cure per gli alleati che il dardo soporifero per i nemici. Questo significa che bisogna avere un gran tempismo e sperare che, nella foga della battaglia, non vi passi sempre davanti l’alleato sbagliato da curare. Molto divertente, molto forte, molto difficile.