Una piccola, carinissima volpe mi ha dato il benvenuto nella schermata iniziale, esortandomi a partire come un ragazzino sovraeccitato. Ho deciso rapidamente che questo figlio di buona donna dal nome Tails, che sembrava essere stato chiamato lì al posto di qualcun altro di più famoso, fosse un tipo con cui andare facilmente d’accordo, per cui… perché no?

“Partiamo per la nostra avventura di 15 minuti, Sig. Volpe!”. Super Lucky’s Tale è il seguito del Lucky’s Tale per Oculus Rift, in cui si gioca nei panni del mammifero che dà il nome al titolo, Lucky, in un platform 3D puccioso. Hai nemici da mettere ko, superfici sopraelevate su cui saltare e l’abilità di rintanarti sotto terra prima di sbucare da qualche altra parte.

Ho incontrato Master Mittens del Tempio Miao-Lin all’inizio della mia demo e mi ha informato che ci saremmo incontrati di nuovo una volta finito un po’ di puzzling. Attraversando pezzi di terra che adornavano il cielo come diamanti del vestito della Regina Elsa, ho dovuto riassemblare tre bambini di roccia senziente che si sarebbero poi risvegliati come adulti di pietra molto più grandi. Le loro teste erano state separate dai loro corpi ed erano adesso sparse per tutto il livello, quindi ho dovuto riattaccare i loro crani rocciosi ai loro busti.

Una sezione più avanzata del livello mi ha portato sotto terra (ancora una volta nel tentativo di riparare uno dei ragazzini intonacati), e anche se vedere riferimenti ai cartoni animati e sprazzi di tv per bambini costituisce un contrasto piacevole con la generale aria da caricatura del gioco, è stato tutto un po’ troppo semplice – su tutta la linea, davvero. Sarebbe carino, se non fosse poco interessante. Caldo, eppure piatto. Forse lo avrei apprezzato di più se avessi potuto vedere diverse angolazioni del mondo di gioco, ma le restrizioni della visuale non mi hanno certamente agevolato sotto questo aspetto.

Se non altro, la mini-resurrezione dei platform 3D quest’anno ci ha ricordato quanto sia frustrante saltare da una piattaforma fluttuante all’altra in tre dimensioni; valuta male un salto e cadrai fino alla morte molto facilmente. Non avere il pieno controllo dell’inquadratura significa avere problemi di percezione della profondità più spesso di quanto potrebbe piacere.

Puoi muovere la visuale così leggermente, ma non poter fare una rotazione completa intorno a Lucky è un impedimento colossale. Non stavo precipitando verso la morte ad ogni salto, ma quell’aspetto è stato comunque ingiustamente più difficile che in ogni altra parte del gioco. Spero la cosa possa essere oggetto di correzione da parte del team di sviluppo prima del lancio del 7 novembre.

super lucky's tale

C’è una cosa, però, che sarà difficile da risolvere prima del lancio: Super Lucky’s Tale è noioso. Mi piace il design della volpe rossa dagli occhi spalancati e il mondo di gioco, come ho detto, sembra piuttosto carino, ma non sembra esserci troppa sostanza qui. Questo è un gioco per ragazzini e la sua vena umoristica punta più verso CBeebies, ma credo che Mr. Tumble potrebbe fornire più risatine di quanto non faranno mai Lucky & co.

I movimenti e i combattimenti sono abbastanza lenti, inoltre – ho esortato la volpe ad alzare il ritmo tutto il tempo. Apprezzo il fatto che il prodotto non miri a me come target, ma posso sempre immaginare mio nipote dell’età in teoria appropriata per il gioco passarci qualche minuto prima di pensare lo stesso. Dopo un quarto d’ora io ne ho avuto abbastanza.

I platform 3D sono stati un pilastro della mia formazione al pari di Frosties e Bernard’s Watch, quindi il ritorno hot-and-cold del genere nel 2017 ha giocato molto con le mie emozioni. A novembre, mi piacerebbe giocare Super Lucky’s Tale e realizzare che ciò che ho giocato quel pomeriggio non rispecchiava l’intera produzione, ma in questo momento le cose non vanno per niente bene.