PES 2018 ha fatto finalmente il suo debutto su PC, PlayStation 4 ed Xbox One. Ovviamente i fan della saga di Konami attendevano da tempo questo nuovo capitolo, che comunque differisce abbastanza dal predecessore.

Da qui la necessità di trovare un proprio gioco all'interno di PES 2018 e soprattutto ambientarsi con i cambiamenti fatti in questo nuovo capitolo del franchise. Qui di seguito potete trovare alcuni consigli da seguire nelle prime ore di gioco.

PES 2018: come migliorare il proprio gioco

Il primo consiglio può sembrare banale, ma non lo è nell'ottica di voler cominciare a sfidare avversari umani nella Master League. Infatti, sarebbe almeno all'inizio cimentarsi con gli allenamenti ed i mini-giochi che focalizzano l'attenzione su determinate tattiche e momenti del gioco, come i dribbling, i calci di rigore e molto altro.

Dopodiché si potrà iniziare a giocare le partite contro la IA, magari con la modalità carriera e prendendo le redini di una squadra. A meno che non siate completamente novizi dei titoli calcistici, sarebbe meglio evitare i livelli di difficoltà più bassi ed iniziare almeno da quello Regolare, aumentando pian piano una volta che si sente di essere migliorati.

Durante il gioco, sia contro la IA, sia soprattutto contro altri giocatori umani, il tipo di gioco è l'elemento fondamentale. Ora come ora è preferibile puntare sul possesso palla, anziché lanciarsi in azioni avventate e magari senza un minimo di tattica. Un gioco più lento è decisamente più efficace in quanto permette di analizzare il gioco avversario e soprattutto farlo scoprire.

I calci piazzati possono essere un momento fondamentale in qualsiasi partita, da qui la necessità di non sprecarli. Un metodo valido è quello di sfruttare L1 o LB e lo stick analogico per avere maggiori possibilità di piazzare la palla esattamente dove vorrete.

Infine, sulle formazioni è bene non fossilizzarsi. Provare e riprovare, sia con squadre diverse sia con formazioni diverse vi metterà nelle condizioni di imparare a cavarvela con qualsiasi tipo di squadra, per poi specializzarvi una volta imparato a giocare con la stragrande maggioranza delle squadre.