forma.8 è stata una piccola sorpresa. Nessuno si aspettava che un titolo sviluppato con un budget relativamente irrisorio e uscito fuori quasi dal nulla riuscisse a convincere e coinvolgere in un modo così netto e deciso sia gli addetti ai lavori che il pubblico pagante.

Senza contare che si tratta del primo progetto dei MixedBag, nato come tributo al genere dei cosiddetti “Metroidvania”, ma che ha inevitabilmente dovuto lasciare il passo a Futuridium EP Deluxe, shoot'em up con una fortissima anima da videogioco arcade. Il tutto partorito da una piccola compagnia fondata solo nel 2013 dal grafico Andrea Gellato e Mauro Fanelli, ex giornalista di settore.

Ed è proprio con quest’ultimo che abbiamo scambiato due chiacchiere su passato, presente e futuro di MixedBag, incluso ciò che ci aspetta per forma.8 su Switch.

mixedbag
Un tuffo negli anni 90.

forma 8. Un gioco nato da un’idea semplice ma estremamente complesso e sfaccettato pad alla mano: da dove nasce l’idea dietro al gioco?

forma.8 è stato il primo gioco a cui abbiamo mai lavorato. In realtà la nascita del gioco è stata molto organica: siamo partiti da un prototipo del sistema di controllo sviluppato su iPad con l’idea di sviluppare un metroidvania su piattaforme touch e la struttura di gioco, la storia e i vari power up sono venuti un po’ da sé durante il ciclo di sviluppo.

È stato un processo molto sperimentale, con i suoi pro e i suoi contro, e abbiamo imparato tantissimo dall’esperienza.

Tu e Andrea vi siete avvicinati allo sviluppo nel 2013: secondo voi com’è cambiato – e in che modo - il concetto dietro alla sviluppo Made in Italy in appena quattro anni?

È cambiato tantissimo, ovviamente in meglio. L’accelerazione negli ultimi anni è stata impressionante ed oggi il numero di studi e la qualità dei progetti è semplicemente di un altro livello. E c’è stata un’indubbia professionalizzazione del settore.

MixedBag: da dove nasce la vostra voglia di creare qualcosa? Qual è stata la “scintilla” che vi ha fatto esclamare: “ok, da oggi svilupperemo videogiochi”?

Siamo sempre stati appassionati di videogiochi con il pallino prima o poi di provare a crearne di nostri. Più che scintilla è stata la congiunzione di elementi positivi che hanno reso il progetto sostenibile, ovvero l’abbassamento delle soglie di ingresso al mercato con gli store digitali, l’esplosione del mobile con iOS ed Android, la possibilità di sviluppare facilmente usando engine come Unity.

mixedbag
Una grafica così minimale per delle emozioni così grandi.

forma.8 si appresa a sbarcare anche su console Nintendo Switch: cosa vi ha spinti a convertire il gioco anche sulla neonata console della Casa di Mario?

Come MixedBag abbiamo sempre avuto una forte vocazione a supportare le nuove piattaforme e con Nintendo abbiamo sempre avuto un rapporto particolare, visto che forma.8 ha fatto parte del programma Nindies@Home di Nintendo per Wii U. Switch è una console perfetta per il gioco, che secondo me dà il meglio di sé in formato portatile, e la conversione è venuta molto bene: il gioco gira a 60fps e al massimo della risoluzione possibile su Switch sia in formato handheld (720p) che docked (1080p).

Lavorare su Switch è stato un piacere e il porting è stato molto veloce da fare!

AESVI e le varie associazioni per il videogioco in Italia stanno sicuramente dando il massimo per un settore in costante crescita: quali pensi siano i passi fondamentali da fare, dal punto di vista di uno sviluppatore?

Nell’ultimo anno sono stati raggiunti molti traguardi importanti, tra i quali l’approvazione del tax credit alla produzione di videogiochi da parte del Governo Italiano nella nuova Legge Cinema. Direi che la strada è già quella giusta, basta proseguire.

Infine, cosa possiamo sapere del futuro di MixedBag? C’è qualcosa in cantiere che non vedete l’ora di svelare al grande pubblico?

Abbiamo sempre nuovi progetti in varie fasi di sviluppo e prototipazione ma, per il momento, non possiamo ancora annunciare pubblicamente nulla. Possiamo però dire che quest’autunno ci focalizzeremo specialmente su Switch, con altri due giochi in arrivo per la piattaforma Nintendo dopo forma.8.