La settimana appena trascorsa ha messo a dura prova l'equilibrio emotivo dei videogiocatori. Siamo passati in un turbine di gioia e tristezza, trovando perfino il tempo di desiderare una riappacificazione tra Maradona e Konami (e alla fine abbiamo tirato un sospiro di sollievo perché c'è stata).

Tra le notizie top, infatti, troviamo proprio la dichiarazione che il calciatore promuoverà PES fino al 2020. A farle compagnia, poi, ci sono un'interessante rivelazione sul cross-platform di Sea of Thieves e la regolarizzazione dei "drop" delle casse in Overwatch (per ora solamente in Cina, ma quantomeno è stato creato un precedente).

Sono le notizie flop, invece, a lasciarci più turbati. Cercherò di rendervi questo momento più indolore possibile e andrò dritta al punto: parliamo del franchise di Mass Effect sospeso a causa dell'insuccesso di Andromeda, di Alan Wake in procinto di essere rimosso dagli store musicali per una questione legata alla licenza musicale e di Hitman a rischio dal momento che Square Enix è intenzionata a tagliare gli investimenti nei confronti di IO Interactive.

I top della settimana

top

Il produttore esecutivo di Rare, casa produttrice dell'attesissimo Sea of Thieves, a proposito del titolo ha dichiarato: "Si tratta di qualcosa che vogliamo far provare alla community il prima possibile. Ho mandato un mail al team dicendo quanto incredibile fosse, perché non si notava. Non si capiva chi giocava con il PC o con Xbox One e questo apre ad una marea di possibilità". Non ci resta che aspettare l'inizio della fase alpha - che parrebbe essere imminente - per maggiori delucidazioni a riguardo.

Salvare capre e cavoli: ad esserci riuscito in maniera magistrale è stato Takayuki Kubo, presidente di Konami Digital. Kubo, infatti, in seguito alle minacce di Maradona nei confronti della società giapponese - accusata di aver utilizzato il suo volto in PES 2017 senza il suo permesso - è volato in Argentina per discutere personalmente con  il calciatore. I due, fortunatamente, hanno raggiunto un accordo e Maradona promuoverà PES fino al 2020.

Secondo una legge in vigore in Cina, i consumatori devono essere consapevoli di quello che acquistano e, di conseguenza, Overwatch è saltato agli occhi del legislatore cinese. Blizzard è stata così costretta a regolamentare il "drop" delle partite secondo il seguente principio: "Ogni cassa dovrà contenere almeno un elemento raro di colore blu, in più di media ogni 5.5 casse dovrà esserci un oggetto epico o viola, mentre ogni 13.5 casse dovrà essercene uno leggendario o arancione. Per ora, questa modifica sembra coinvolgere solo i giocatori cinesi, ma non è detto che non venga presa in considerazione anche in altri Stati.

I flop della settimana

top

Mass Effect Andromeda è stato largamente criticato fin dal suo debutto sul mercato videoludico. Pare che sia questo il motivo per cui Electronic Arts ha deciso di interrompere temporaneamente il lavoro sulla serie, mettendo l'IP sotto ghiaccio in vista di tempi migliori. Electronic Arts ha voluto ufficializzare alcune cose: "una parte di BioWare Montreal continuerà a lavorare su Andromeda per migliorarlo con future patch e molto altro"- A sottolinearlo, inoltre, abbiamo notizia di un reposizionamento del team in altri studi.

Durante l'ultima conferenza con gli azionisti, Square Enix ha annunciato che taglierà gli investimenti ad IO Interactive, la software house di Hitman. Se consideriamo anche che l'ultimo capitolo della saga, però, bisogna dire che quest'ultimo non è stato propriamente un successo. Fortunatamente, però, pare che i diritti della serie Hitman rimarranno nelle mani di IO Interactive (o quantomeno, questo è quello che affermano le fonti del portale Gamestar.de).

Le licenza musicali per Alan Wake stanno per scadere e, conseguentemente, il gioco sarà rimosso dagli store digitali e fisici. Non sapendo esattamente quanto tempo ci vorrà, Remedy ha intanto annunciato che fino al 15 maggio Alan Wake e Alan Wake's American Nightmare saranno venduti su Steam con lo sconto del 20%: affrettatevi.