Fable è una di quelle serie che, nonostante tutto, lascia in ogni videogiocatore un po' di amarezza nel momento in cui si prende consapevolezza che non uscirà più nessun nuovo capitolo.

Si è provato a rivivacizzare il brand con un titolo di carte, Fable Fortune, che non sembra aver goduto di molto successo né nella campagna su Kickstarter né su Steam dove i giocatori, almeno durante l'attuale fase di beta, sono piuttosto pochini.

Eppure non ci si da per vinti e si continua a sperare (e a chiedere) un nuovo capitolo e Microsoft, all'improvviso, non dice di no. O meglio, lascia intuire che qualcosa in pentola sta bollendo, che non ci sono annunci imminenti ma che il progetto Fable non sta marcendo sotto terra.

Ma questi sono solo tweet che si perdono nell'Internet.

Noi siamo qui però a giocare, ancora un volta, con l'immaginazione pensando un po' a quello che potrebbe essere il ritorno di Fable.

Abbiamo deciso di cambiare un po' le regole del gioco, questa volta, provando ad immaginarci chi potrà occuparsi dei lavori e cosa, visto lo stile delle software house in questione, potrebbe uscire.

Il risultato sarà più o meno realistico e non mira, non troppo almeno, a conservare lo spirito della serie che otterrà stravolgimenti abbastanza importanti a seconda della compagnia che potrebbe occuparsi del nuovo capitolo, o del reboot.

dark souls 3

From Software

Quando si parla di action-rpg, una delle software house che saltano subito all'occhio è From Software che negli anni ci ha regalato alcuni titoli che hanno definito un nuovo canone e un nuovo “genere”.

Se Fable passasse sotto le loro mani si trasformerebbe nello stile, completamente.

Si manterrà però un tratto distintivo della serie, la crescita psicologica del proprio personaggio. Immaginiamo un mondo come quello di Dark Souls, in cui il nostro alter-ego in effetti compirà azioni terribili, si manterrà neutrale o adempirà al suo compito aiutando chiunque gli si pari davanti ma con una conseguenza diretta di tali azioni.

All'interno della serie Souls abbiamo a che fare “semplicemente” con quest perse e con drop di oggetti unici, in Fable siamo abituati a qualcosa di molto più profondo tanto da mutare esteticamente sia il nostro personaggio che le nostre armi (almeno nel terzo capitolo).

Fable, sviluppato da From Software, avrebbe uno stile estetico decisamente più crudo e meno cartoonesco ma soprattutto presenterebbe un gameplay che da una parte risulterà più profondo e migliore rispetto alla serie dei Lionhead, dall'altra non darà respiro.

Nessuna scia luminosa che ci indichi dove andare per intenderci e nessun NPC così calorosamente invogliato a parlare con noi del più e del meno.

Fable sarà cattivo nei combattimenti corpo a corpo mentre offrir un tipo di combattimento magico ben diverso da quello a cui siamo abituati con i Souls. Immaginate la stessa varietà di moveset e combinazioni ottenibili con l'arma bianca applicata a magie, pergamene e bastoni. Un titolo che dovremmo sicuramente tenere sott'occhio.

skyrim-special-edition

Bethesda

Probabilmente fra le software house più indicate a prendere in mano l'eredità di Fable c'è Bethesda che ha un ottimo background non solo con il genere ma anche con le atmosfere.

Il Fable di Bethesda passerà alla prima persona e ci offrirà un combattimento magico leggermente più realistico e profondo.

Si passerà dai toni colorati dei Lionhead a toni più realistici nonostante l'ambientazione rimarrà quella di un fantasy classico.

Avremo a che fare con un mondo molto più grande e vasto in cui ci sarà molto, molto, da scoprire.

La questline principale ci sembrerà ridicola in confronto alla moltitudine di cose da fare anche se, nonostante l'offerta, è probabile ci si stanchi presto di prestare aiuto a questa o quella compagnia e si ritornerà sui propri passi.

Il titolo offrirà un'ottima personalizzazione del personaggio e un'ottima caratterizzazione dello stesso grazie alla crescita personale che potrà avere durante tutto il suo girovagare. Costruiremo noi il nostro background e costruiremo noi, letteralmente, la nostra personalità.

the witcher 3 cover_downgrade

CD Projekt RED

Inutile spenderci troppe parole, vero?

Il Fable di CD Projekt, oltre a vantare un comparto tecnico da far rabbrividire chiunque, ci offrirà un'ambientazione fantasy medievaleggiante anche se quello a cui il team punterà di più sarà la caratterizzazione di personaggi e mondo di gioco.

Avere a che fare con un protagonista fortemente improntato sulla crescita psicologica e con un mondo di gioco che cresce e muta assieme a lui non è che un pretesto in più per costruire delle side-quest più elaborate, fantasiose ed incredibilmente belle da affrontare.

Ma vi immaginare un The Witcher con personaggi con cui si potrà interagire per scoprire la sua storia solo se si avrà un allineamento malvagio e viceversa? Luoghi accessibili solo ed esclusivamente in base alle proprie azioni, città in cui ci verrà precluso l'accesso e personaggi che mutano radicalmente il loro essere in base alle nostre scelte personali.

Sì, insomma: CD Projekt ci proporrebbe The Witcher 3 con una storia differente…

Diablo III

Blizzard

Si potrebbe dire tanto su un Fable Diablo-like, ma sarebbe troppo facile per Blizzard prendere in mano il brand e farlo funzionare con una formula tanto semplice.

Noi ci spingiamo ancora più in là e proponiamo Fable come espansione di Hearthstone. Insomma, il sottotitolo con Warcraft è sparito da un pezzo e si è dimostrato come Fable si presti all'universo dei GCC.

Con Viaggio a Un'Goro abbiamo esplorato le Quest, una meccanica interessantissima presente (in maniera diversa) in Fable Fortune che ci consentiva di scegliere un allineamento per il nostro eroe.

E se da stessa meccanica venisse introdotta in Hearthstone con un nuovo eroe in arrivo direttamente da Fable e un set di carte tutte mirate a cambiare la nostra personalità? Un potere eroe che muta con il tempo così come le strategia da adottare.

Blizzard non farebbe male a contemplare l'idea…

Horizon: Zero Dawn

Guerrilla Games

Il Fable di Guerrilla seguirebbe un po' quella che è l'ambientazione del terzo capitolo che ha visto una rivoluzione industriale per il regno di Albion.

Avremo a che fare con una trama leggermente meno politica, con tutti i pro e i contro del caso, e lasceremo un po' da parte la crescita caratteriale del protagonista.

Il titolo avrà un focus su gameplay e ambiente di gioco, entrambi importantissimi per creare un'atmosfera piuttosto unica.

Avremo a che fare con un titolo più orientato all'azione in cui la crescita fisica del protagonista è dovuta più che altro ad upgrade del suo equipaggiamento e all'aumento delle skill del giocatore.

L'ambientazione acquisterà un realismo maggiore ed estraneo alla serie nonostante continui a respirarsi aria di fantasy.

Il Fable di Guerrilla sarà molto lineare negli eventi ma lascerà spazio di manovra al giocatore.

kh3-01re

Square Enix

Il Fable di Square Enix avrebbe molto potenziale, è vero.

Ma non si può non pensare al titolo che gli appiopperebbero, del tipo. Fable Final Remix II & Knuckles. Anche no.