Ve ne ho parlato fin troppo, su queste pagine, di quanto io voglia bene ai Platinum. Dopo Bayonetta di cui abbiamo parlato e straparlato ultimamente, anche Vanquish arriverà su Steam, e lo farà nei migliori dei modi.

Pre-ordinando Vanquish si ha diritto alla Digital Deluxe Edition che include cinque brani della colonna sonora, gli avatar del protagonista e dei nemici, un art book e wallpaper esclusivi. Tutti i giocatori che hanno già acquistato Bayonetta su Steam, o che lo compreranno prima del 25 maggio, avranno un ulteriore 25% di sconto sul pre-ordine di Vanquish.

Inoltre ci sarà il supporto di risoluzioni Ultra HD e 4K, opzioni grafiche avanzate e pieno supporto di mouse e tastiera. Onestamente era difficile chiedere di più anche perché, come per Bayonetta, Vanquish sarà venduto al prezzo budget di €19,99.

Devo dire che sono abbastanza euforico, perché è giusto che Vanquish abbia una seconda possibilità, visto che la sua storia è stata abbastanza sfortunata.

Vanquish, infatti, è uno di quei classici giochi che stampa e pubblico hanno adorato, ma nessuno ha comprato. Rimanendo in ambito Platinum Games la sua storia è del tutto simile a Mad World e The Wonderful 101, per citare titoli relativamente recenti, seppur entrambe esclusive.

Intendiamoci, siamo di fronte ad un titolo che non è perfetto. Vanquish è cortissimo, infatti, e la trama è a dir poco imbarazzante. Ma diamine, un gameplay da third person shooter così non credo che lo vedremo mai più. C’è un motivo se c’è Shinji Mikami dietro al progetto.

A proposito di Mikami, ricordo che comprai Vanquish ad un prezzo ridicolo insieme a The Evil Within al day one. Questo è stato uno dei problemi del gioco, perché a fronte della sua durata, del fatto di essere un prodotto di nicchia e difficile da “capire”, il prezzo fu un vero problema da gestire all’epoca. Se potessi tornare indietro non credo che lo prenderei al day one, ma non avrei fatto passare di sicuro tutti questi anni.

Un'altra grande problematica è stata la gestione promozionale del titolo. Non che i titoli di Platinum Games siano stati mai conosciutissimi dal grande pubblico, ma Vanquish all’epoca era un titolo di nicchia anche tra i videogiocatori.

Vanquish
Un gameplay unico.

Ci fu pochissima pubblicità, ed una cattiva gestione delle uscite. Vanquish, infatti, uscì il 19 ottobre 2010, una settimana prima di Fable III, ma soprattutto lo stesso giorno di Fallout: New Vegas, uno dei capitoli universalmente riconosciuto tra i più importanti della serie.

Lo stesso tipo di problema che afflisse Titanfall prima e Titanfall 2 dopo, con la differenza che il primo capitolo era almeno un’esclusiva dell’allora neonata Xbox One. Per il secondo, invece, Electronic Arts decise che era molto saggio piazzarlo ad una settimana dall’uscita in mezzo a Battlefield 1 e Call of Duty: Infinite Warfare.

Per questo non vedo l’ora di rigiocarmi Vanquish su PC. Si tratta di uno shooter grandioso che finalmente tornerà ad avere la sua dignità (come Bayonetta), sia per l’hardware ma anche per il fatto di poterlo giocare anche con mouse e tastiera.

Credo che Platinum Games e SEGA non stiano facendo tutto questo a caso. Mi aspetto un E3 grandioso da parte loro: Bayonetta 3 esclusiva Scorpio? Bayonetta Collection multipiattaforma? Vanquish 2? Viewtiful Joe 3 esclusiva Switch e remaster dei capitoli precedenti?