Alien è una delle creature dell'immaginario sci-fi cinematografico che più di ogni altra (salvo forse il suo più vicino parente, vale a dire l'ancora più letale Predator) ha visto nel corso degli anni diverse incursioni – più o meno fortunate – nel panorama videoludico.

Ora, con l'arrivo nelle sale cinematografiche italiane del nuovo film dedicato alla saga e diretto da Ridley Scott, Alien: Covenant, la nostra “fame” di Xenomorfi ci ha portato a stilare una personalissima lista dei migliori 7 videogiochi che più di ogni altro hanno incarnato l'essenza del personaggio, dimostrando come – anche con un joypad tra le mani – nello spazio nessuno può sentirti urlare.

Aliens Arcade

Il coin op prodotto dalla Konami nel 1990 è sicuramente uno dei primi tentativi più riusciti nel portare lo Xenomorfo in uno uno sparatutto a scorrimento orizzontale, nel quale impersonavamo Ripley o il caporale Hicks, ricalcando una vicenda che per sommi capi prendeva spunto dal bellissimo secondo capitolo della serie, Aliens – Scontro Finale, di James Cameron. Da ricordare le “varianti” del tutto inedite, come gli Alien volanti. Ancora oggi, un titolo dotato del suo fascino arcade d'altri tempi.

Alien Trilogy

Questo piccolo, grande gioiellino apparve sulla prima PlayStation a 32-bit durante i primi anni di vita della console. Si trattava, a conti fatti, di una versione di DOOM ambientata all'interno della trilogia originale di Alien, attraversandone locazioni e – sporadicamente – gli eventi cardine delle rispettive pellicole. Alla fine di ogni schema, il consueto (e lunghissimo) duello con la regina aliena, da affrontare a suon di lanciagranate e bombe esplosive. Sicuramente, uno dei più riusciti sparattutto in soggettiva di stampo classico dedicati alla saga.

alien
Tensione, paura, ansia. Nello spazio nessuno può sentirvi giocare ad Alien: Isolation.

Alien: Isolation

Con molta probabilità, il gioco che più di ogni altro incarna le atmosfere, la tensione e l'orrore della pellicola originale di Ridley Scott datata 1979. Alien: Isolation, sviluppato dallo studio britannico The Creative Assembly e pubblicato da SEGA, altri non è che un'avventura in soggettiva ambientata appena dopo le vicende del primo film, ed esattamente come il film ci catapulta all'interno di una stazione spaziale alla deriva – la Sevastopol - per recuperare la scatola nera della Nostromo. Peccato solo che uno Xenomorfo si aggira silenzioso e letale tra i condotti di areazione dell'astronave. Insomma, una vera perla per gli amanti della creatura di H.R. Giger.

Aliens: Infestation

Episodio per console portatile Nintendo DS sviluppato da Wayforward Technologies in collaborazione con Gearbox e pubblicato da SEGA, Aliens: Infestation altri non è che un action adventure a scorrimento ispirato ai vecchi titoli dell'era 16-bit (alla Contra, per intenderci) ma con una marcata struttura alla Metroidvania, in grado di replicare sorprendentemente le atmosfere adrenaliniche e al cardiopalma del secondo film diretto da James Cameron. Lungo, corposo e decisamente impegnativo, Infestation è purtroppo passato inosservato ai più, complice anche una campagna marketing non propriamente aggressiva. Da riscoprire.

Alien: Resurrection

Prima di Alien: Isolation e diversi anni dopo Alien Trilogy, il gioco ispirato alla saga più amato dai possessori di una PSOne era senza ombra di dubbio Alien: Resurrection (in Italia noto con il nome di Alien: La Clonazione). Basato sul quarto – e blando – film con Sigourney Weaver, Resurrection fu il primo tentativo di portare su console e in chiave interamente poligonale uno sparatutto in soggettiva dalle tinte horror, in cui l'orrore veniva prima dell'azione fine a se stessa. Gli Xenomorfi potevano infatti nascondersi in ogni dove e il nostro compito, prima di crivellarli di colpi, sarebbe stato quello di trovarne la posizione. Sviluppato da Argonaut Games,  Alien: Resurrection è sicuramente tra i giochi meglio riusciti tra quelli dedicati all'alieno più celebre del mondo del cinema.

alien
Quanti elementi tratti dal capolavoro Aliens di James Cameron riuscite a distinguere?

Alien 3

Alien 3 è uno sparatutto a scorrimento datato1993 e sviluppato dall'allora prolifica Probe Software e prodotto dalla LJN per il Super Nintendo Entertainment System. Protagonista assoluta è ovviamente Ellen Ripley, reduce dagli incontri fin ravvicinati con gli Xenomorfi e ora finita suo malgrado su di un pianeta-prigione di massima sicurezza, abitato solo ed esclusivamente da galeotti, profughi perseguitati e, ovviamente, una quantità di Alien non indifferente. Si tratta di uno shooter 2D ad alto tasso di adrenalina, pur non scalzando i grandi classici dell'epoca a 16-bit.

Alien

Impossibile infine non citare l'avventura testuale dedicata ad Alien pubblicata fra il 1984 ed il 1985 a cura di Amsoft, Concept Software e Argus Press Software. L'opera vide la luce sugli allora popolarissimi home computer dell'epoca, vale a dire Amstrad CPC, Commodore 64 e ovviamenyte ZX Spectrum. Ispirato ovviamente al primo film della saga Alien, si tratta di un titolo molto basilare nelle meccaniche (parliamo pur sempre della metà degli anni 80) ma molto curato per quanto riguarda testi e situazioni di gioco. Da riscoprire.