copertina

Videogamer Italia Top & Flop

30 aprile 2017 Di Speciali

Se da un lato Overwatch raggiunge un traguardo, dall'altro Sniper: Ghost Warrior 3 mostra i suoi primi difetti tecnici. Approfondiamo questo ed altro nella nostra rubrica settimanale.

Questa settimana abbiamo osservato una perfetta contrapposizione tra le notizie che appaiono di diritto nella nostra classifica dei top e quelle che abbiamo vagliato al fine di segnalarvi i passi falsi più rilevanti del mondo videoludico.

Ad esempio, se tra i top abbiamo un importante traguardo raggiunto da Overwatch (30 milioni di giocatori non sono briciole), dall'altro troviamo uno Sniper: Ghost Warrior 3, che mostra i primi importanti difetti dal punto di vista tecnico.

Notiamo una contrapposizione anche nell'ambito delle dichiarazioni, realtà o errori che siano. Abbiamo ritenuto doveroso, infatti, menzionare sia Nintendo con la sua esternazione circa l'uscita di New Nintendo 2DS XL che il passo falso compiuto da un negozio inglese nel momento in cui ha messo in vendita Mario Kart 8 Deluxe per Xbox One.

Per finire, troviamo due esempi opposti di comportamento umano: tra i top abbiamo un piccolo passo di Atlus per andare incontro ai fan, mentre tra i flop dobbiamo segnalare il presunto comportamento scorretto da parte di uno dei top player di For Honor, accusato di rage quit tattici.

I top della settimana

Overwatch ha raggiunto un nuovo traguardo sia tra gli MMO che tra i titoli in generale: 30 milioni di utenti. Blizzard ha festeggiato il raggiungimento dell'obiettivo (ricordiamo che ad ottobre del 2016 la cifra raggiunta era di "appena" 20 milioni) con un annuncio corredato da video.

Presto arriverà un nuovo membro della famiglia di console portatili Nintendo: parliamo di New Nintendo 2DS XL, la cui uscita in Europa è stata inaspettatamente annunciata per il 28 luglio di quest'anno. La nuova console, dal classico ed ergonomico design a conchiglia, sarà disponibile nelle eleganti colorazioni Nero, Turchese e Bianco o Arancione e avrà schermi delle stesse dimensioni di quelli delle console New Nintendo 3DS XL.

"Di sicuro abbiamo scelto il tono sbagliato per comunicare queste linee guida". Questa la dichiarazione di Atlus circa le restrittive linee guida nei confronti dello streaming di Persona 5 (ricordiamo che, secondo lo sviluppatore, il JRPG, basandosi principalmente sul comparto narrativo, non può permettersi spoiler). Atlus sembra, quindi, aver fatto marcia indietro: nonostante le restrizioni permangano, la software house si è scusata per l'atteggiamento avuto negli scorsi mesi, visto da molti come un tentativo di minacciare i creatori di contenuti video.

I flop della settimana

top

Durante le prime prove di Sniper: Ghost Warrior 3 è emerso che il caricamento per avviare la partita dura esattamente 5 minuti. Gli sviluppatori hanno provato a giustificarsi, asserendo che un lungo caricamento iniziale serve per ridurre la durata di quelli necessari nel corso delle sessioni di gioco ma anche questo si è rivelato falso. Ad esempio è stato dimostrato che, per ricaricare il gioco dopo una morte, sono necessari ben 25 secondi.

CosmicSwordsman è un giocatore di For Honor, noto per essere in cima alle classifiche grazie ad un attivo di sei mila uccisioni con sole 4 morti. Pare, però, che le cose non siano tutte rose e fiori: il player, infatti, è stato accusato di ricorrere alla pratica del rage quit (che, sostanzialmente, consiste nel terminare forzatamente la sessione di gioco quando si sta per perdere la partita). Questo si è concretizzato in una serie di accuse su Reddit che hanno portato diversi utenti, tra cui lo stesso CosmicSwordsman, al ban dalla piattaforma.

È noto che Nintendo renda disponibili i propri titoli unicamente su hardware di proprietà. Proprio per questo, non è facile spiegarsi come abbia fatto il negozio britannico ASDA ad attribuire l'esclusiva di Mario Kart 8 Deluxe a Xbox One (invece che a Nintendo Switch). Non è la prima volta che un fatto del genere accade ma bisogna ammettere che, come per ogni lavoro, ci sono degli errori che appaiono decisamente inconcepibili.