Uno dei criteri di cui solitamente si tiene conto durante lo sviluppo di un titolo è quello del target di riferimento: lo sviluppatore, per bilanciare al meglio le meccaniche e gli elementi di gioco, deve cercare di capire a chi si rivolgerà il proprio titolo al momento dell'uscita.

Ci sono giochi chiaramente pensati per un pubblico di bambini e ci sono giochi chiaramente pensati per un pubblico più adulto, così come esistono titoli volutamente molto difficili e punitivi e altri che lasciano il videogiocatore più rilassato.

Mr. Shifty è un titolo che, evidentemente, ha come target giocatori masochisti che hanno certamente voglia di prendere la propria piattaforma di gioco e distruggerla con rabbia furente.

Il titolo non è punitivo, di più. Non è frustrante, di più. Non è difficile, è estremamente skill-based con una curva di difficoltà tanto ripida da soverchiarci completamente. E dura “solo” 18 livelli. Andiamo con ordine e cerchiamo di capire cosa offre effettivamente Mr. Shifty e perché, nonostante le premesse, è così dannatamente bello.

Mr. Shifty
Quei tre possono farci fuori in un secondo. Sul serio.

Possiamo dire tranquillamente che si tratta del figlio illegittimo di Hotline Miami e Nightcrawler per via del suo gameplay particolare e decisamente punitivo. Noi impersoniamo Shifty, un ladro capace di teletrasportarsi per attraversare porte e muri senza troppe difficoltà (esattamente come in Nightcrawler).

La nostra missione è infiltrarci all'interno di un grattacielo di 18 piani in cui un malavitoso tiene custodito un particolare minerale in grado di uccidere tutti quanti. Inutile dire che tutti i piani saranno sorvegliatissimi, pieni zeppi di guardie armate e trappole.

La visuale a volo d'uccello ci permette di avere una panoramica dell'ambiente di gioco, avvantaggiando la nostra posizione rispetto a quella dei nemici anche se si tratta, come ci accorgeremo presto, di un vantaggio illusorio visto che con un solo colpo andremo KO e saremo costretti a ricominciare il livello.

E qui arrivano le prime bestemmie da parte del giocatore inesperto, che si ritroverà all'interno di un titolo in cui ogni cosa che respira vuole ucciderlo attraverso armi da fuoco (quindi a distanza) mentre lui dovrà difendersi semplicemente con calci e pugni.

Mr. Shifty
E ora?

La nostra abilità di teletrasporto ci dona una formidabile mobilità per poter schivare i proiettili e gli attacchi delle guardie ma, per controbilanciare il tutto, avremo poche cariche a disposizione che ci costringeranno a fermarci per poter ricaricare l'energia.

Il titolo non permette nessun tipo di errore e nessun tipo di calcolo: fermarsi a pensare cosa fare significa morire e ricominciare il livello. Il ritmo è incalzante, non dà spazio a pause di nessun tipo e spinge il giocatore ai suoi limiti massimi facendogli percepire una stanchezza non indifferente dopo qualche livello di gioco.

Procedendo, i livelli si fanno sempre più impegnativi, richiedono una prontezza di riflessi sempre maggiore e un gioco di istinto non indifferenti se non si vuole incorrere in troppo trial&error. Nonostante la difficoltà decisamente troppo alta, il titolo si lascia giocare che è un piacere e, soprattutto, non diventa mai banale.

La banalità la si riscontra nel comparto grafico che, pur utilizzando uno stile talmente minimalista che potrebbe non piacere a tutti, non riesce a sfociare in una buona varietà degli ambienti.

Mr. Shifty
Ora si può, finalmente, respirare.

Dopo qualche livello ci si è già stancati delle solite stanze e dei soliti elementi: non c'è mai il fattore “wow”, ma forse è meglio così poiché distrarsi dal gameplay significa disinstallare il gioco e bruciarlo con una risata malvagia.

Sarebbe molto bello concludere qui la recensione e assegnare un bel 9 al titolo ma, purtroppo, la banalità della veste grafica non è il solo problema che affligge Mr. Shifty. In un titolo di questo genere, la responsività dei comandi è tutto: se devi essere veloce e preciso, i comandi devono rispondere perfettamente agli input (così da garantire un'eccellente fluidità dell'azione di gioco).

Purtroppo, almeno su PC (utilizzando quindi mouse e tastiera), non è così e questo rende l'esperienza di gioco irrimediabilmente compromessa. Il mouse non risponde perfettamente e, quando è proprio lui ad essere coinvolto negli attacchi e nel teletrasporto, è subito evidente come il problema sia effettivamente troppo grave. Niente che non si possa risolvere con qualche aggiornamento ma credetemi, per arrivare in fondo ai 18 livelli di gioco è stato sputato non poco sangue.

Per concludere, Mr. Shifty è un titolo dall'enorme potenziale. È sicuramente un must per tutti gli amanti delle sfide ben pensate e ben bilanciate e per tutti coloro che dopo Hotline Miami 2 hanno un vuoto nel proprio cuore.

Versione testata: PC