copertina

I 7 conigli più famosi dei videogiochi

15 aprile 2017 Di Speciali

La Pasqua sta per arrivare e il coniglio è l'animale che maggiormente la rappresenta. Ecco, quindi, la classifica dei conigli più celebri del mondo dei videogiochi!

Dopo Natale, Pasqua è una delle feste più importanti dell'anno. Quale migliore occasione per passarla, joypad alla mano, con alcune delle esperienze che maggiormente omaggiano direttamente o indirettamente questa festività?

Abbiamo quindi pensato di fare una breve carrellata dei più importanti giochi che vedono come protagonista il coniglio, simbolo pasquale per eccellenza.

I classici - nonché simpaticissimi - Rabbids saranno affiancati, tra i vari conigli chiamati in causa, anche da un leporide decisamente più spaventoso. Vi anticipiamo, inoltre, che i più puntigliosi di voi potrebbero avere qualcosa da ridire: come dite? Fran è una Viera?

A questo punto, non vi resta che scoprire quali titoli abbiamo scelto per la nostra personalissima classifica di Pasqua.

conigli
Diffidate dei conigli rosa in un Luna Park. Specie se imbrattati di sangue.

I Rabbids - Rayman Raving Rabbids

Non potevamo non iniziare da lui, il party game con protagonista i folli conigli bianchi sviluppato e distribuito da Ubisoft nel lontanissimo 2006. Ai tempi non fu accolto in maniera particolarmente calorosa dal pubblico (e di conseguenza dalla critica), sebbene col passare degli anni gli strambi animaletti ideati dalla Casa di Rayman hanno guadagnato più popolarità di quanta non avessero ricevuto ai tempi dell'uscita del gioco originale. Come si dice in questi casi, meglio tardi che mai.

Marquis the Hotto - The Night of the Rabbit

Daedalic Entertainment è un team tedesco già noto ai più grazie a titoli come The Whispered World, A New Beginning e la saga di Deponia. La capacità di realizzare avventure grafiche di stampo classico – nonché di eccellente qualità - è quindi cosa risaputa e The Night of the Rabbit fortunatamente non fa nulla per rompere questa tradizione: enigmi originali e per nulla semplicistici, una storia appassionante e mai banale e una serie di affascinanti scenari disegnati a mano. E un coniglio ben vestito, dai toni e dall'aspetto tipici di un lord inglese, accompagnerà il giovane Jerry in questa avventura davvero unica: Marquis the Hotto.

Bobbit - Jumping Flash!

Facciamo ora un salto indietro nel tempo di oltre vent'anni, con il primo vero platform in soggettiva dell'era a 32-bit della prima e indimenticata PlayStation. Jumping Flash! fu un videogioco a piattaforme pubblicato nel 1995 da Sony, basato su Geograph Seal, ci metteva nei panni (o meglio, negli occhi) di un bizzarro coniglio meccanico chiamato Robbit, capace di spiccare salti realmente incredibili. Il gioco, che ricevette anche un sequel nel 1996, rivide la luce sul PlayStation Network nel 2007, per poi finire nuovamente nel dimenticatoio. Con la speranza che un giorno Robbit torni a saltare per noi - magari in VR - lo inseriamo in questa classifica.

conigli
I conigli sanno avere anche un portamento sobrio e decisamente british.

Robbie the Rabbit - Silent Hill 3

Se c'è un personaggio che nel terzo, discusso capitolo della celebre saga horror di Silent Hill non ci avrebbe fatto dormire sonni tranquilli questo è sicuramente Robbie the Rabbit. Di professione mascotte del Lakeside Amusement Park, il coniglio apparso per la prima volta nel 2003 grazie alle contorte menti del Team Silent e di Konami spiega inequivocabilmente perché numerose persone odiano i Luna Park e, più in particolare, i costumi giganti di colore rosa. Specie se imbrattati di sangue. E la povera Heather questo se lo ricorderà sicuramente per tutta la vita.

Peppy Hare – Star Fox

Per molti, più di un compagno di squadra. Per Fox McCloud, uno dei componenti più importanti del suo team di piloti spaziali. Il prode Peppy Hare è apparso nel primo Star Fox su console a 16-bit Super Famicom nel lontano 1993 per poi apparire anche in diversi capitoli successivi. Amico del padre di Fox, James McCloud, viene eletto generale delle truppe di Corneria, dopo che il Generale Pepper andò in pensione. Siamo sicuri che un giorno lo vedremo nuovamente volare nei cieli stellati assieme al resto del Team Star Fox.

Bunny Link – The Legend of Zelda: A Link to the Past

Non un personaggio vero e proprio, ma una trasformazione che il nostro prode eroe leggendario di Hyrule poteva ottenere nel corso della sua avventura più bella ai tempi dell'indimenticato Super Nintendo, grazie alla quale guadagnava le sembianze di un vero e proprio... coniglio rosa gigante. Ma non solo: anche nei successivi capitoli della serie, Ocarina of Time e Majora's Mask, Link poteva trovare e di conseguenza indossare una speciale maschera da coniglio che gli avrebbe permesso di correre più velocemente.

Fran – Final Fantasy XII

D'accordo, molti di voi ora staranno pensando “Fran non è un coniglio o una lepre, è una Viera!”. Fatto sta che la guerriera creata da Square Enix per il dodicesimo capitolo della saga di Final Fantasy, apparso su console Sony PlayStation 2 nel 2006, ha lunghe orecchie che lasciano ben poco spazio ai fraintendimenti. Compagna dell'aviopirata Balthier, esperta d'armi e di meccanica, Fran viaggia assieme al gruppo di eroi nell'aeronave Strahl. La rivedremo a breve nella remaster del gioco, prevista su PS4, nota con il nome di Final Fantasy XII: The Zodiac Age.