Persona 5

Persona 5, la Velvet Room e il concetto di Persona

1 aprile 2017 Di Speciali

Ormai mancano pochi giorni al lancio del fantastico JRPG targato Atlus. Andiamo quindi ad analizzare due dei pilastri di questo franchise: la Velvet Room e le Persona.

Il gioco del mese di Videogamer Italia, come ben sapete, è Persona 5, e lo speciale della settimana scorsa era soltanto un’infarinatura, un’introduzione doverosa alla conoscenza del mondo di gioco stesso e alle caratteristiche cardine e comuni all'interno dei vari episodi di questo franchise.

Abbiamo già avuto modo di analizzare alcune tematiche in senso generale e in particolar modo abbiamo visto in cosa consiste la famigerata e ricorrente Velvet Room, appuntamento fisso nella serie Persona. Questa Loggia Nera alla Twin Peaks non è un posto che esiste realmente, ma giace in un punto non ben definito tra realtà e sogno, tra conscio e subconscio, mente e materia ed è stata creata da Philemon.

La stanza è generalmente invisibile agli individui che non sono dotati di un’adeguata sensibilità spirituale e il modo in cui viene “vissuta” varia in funzione della psiche dell’ospite stesso che la occupa. I soggetti in questione, che risiedono temporaneamente in questo luogo, sono grado di evocare i Persona, che sappiamo essere delle manifestazioni della psiche dell’individuo stesso.

  • Sviluppatore: Atlus
  • Publisher: Deep Silver
  • Piattaforme: PS3, PS4
  • Data d'uscita: martedì 4 aprile
  • Genere: JRPG
  • Serie: Shin Megami Tensei: Persona
  • Precedente capitolo: Persona 4 (Metacritic PS2, PS Vita)

Sebbene la Velvet Room cambi di episodio in episodio, ci sono alcuni paletti che risultano immutabili. Nello specifico abbiamo la presenza costante della figura di Igor, un uomo anziano, bizzarro, con un lungo naso, le orecchie appunti e un esoftalmo abbastanza marcato, che esita in uno sguardo molto penetrante. Quest’uomo, che indossa un vestito nero elegante e dei candidi guanti , anche questa volta, in Persona 5, è il proprietario della Velvet Room ed è assistito da due gemelli: Caroline e Justine.

Ci troveremo ad incontrarlo poco dopo che il silenzioso protagonista, che si trova a vivere in una Tokyo moderna in un anno imprecisato, si addormenterà nel Cafe Leblanc, ritrovandosi poi nella Velvet Room. Infatti, a quanto pare, il protagonista, a volte, non sogna come fanno i suoi coetanei liceali ma viene trasportato in questa dimensione junghiana ai confini dei reami psichici. In Persona 5, la Velvet Room assume le fattezze di una prigione, in cui il protagonista alloggia in veste di “Prisoner of Fate”, destinato ad un futuro di distruzione.

Al giocatore sarà quindi affidato il fardello di combattere contro la corruzione del mondo e di seguire un percorso di “riabilitazione”. Come da canone della saga di Persona e da come abbiamo già avuto mondo di analizzare nell’introduzione a questa serie di speciali, coloro i quali gestiscono la Velvet Room devono i loro nomi a dei personaggi del Frankenstein di Mary Shelley. Nello specifico i due aiutanti di Igor, saranno Caroline e Justine, due piccole gemelle nelle vesti di improbabili guardie carcerarie. Tratti distintivi di questi due personaggi sono una benda nera sull’occhio con la lettera V, capelli biondo platino e occhi gialli.

Le lettere sui loro cappelli, combinate insieme, danno origine alla parola “Oxymoron”. Il loro compito è quello di aiutare il protagonista, il capo dei Phantom Thieves of Hearts (gli utilizzatori delle Persona per quanto riguarda questo titolo), a manifestare il suo vero potenziale.

Ancora una volta la Velvet Room servirà quindi a gestire e potenziare le Persona, le quali raccolte nel Metaverse. Potranno essere potenziate, trasformate in oggetti o subire processi di trasformazione. Nello specifico l’atto della fusione si esplica con la decapitazione. Due Persona, nel contesto di una fusione basilare, andranno alla ghigliottina e verranno sacrificate per catalizzare lo spirito di una Persona più forte. I processi di fusione avanzata richiedono invece dalle tre alle quattro Persona. Un’alternativa simpatica ed originale è la possibilità di fondere le proprie Persona con Persona di giocatori online (tutto randomicamente).

Persona 5
La Velvet Room, in Persona 5, assume l’aspetto di una prigione.

I sacrifici non finiscono qui perché si possono impiccare le Persona per potenziarne delle altre, o metterle “in castigo” per renderle più resistenti e per appianarne le loro debolezze fisiche e/o elementali. Potranno anche essere utilizzate come “materiale” ed essere trasformate, tramite una sedia elettrica, in oggetti ed equipaggiamenti. La Velvet Room sarà accessibile nel corso del gioco in più circostanze e anche nel contesto del Palace. Quest’ultimo è la materializzazione in forma di luogo di quella parte della propria personalità in cui sono racchiusi i propri desideri più intimi, e all’interno del Palace, tramite portali a forma di ingresso per le celle di una prigione, sarà possibile accedere alla Velvet Room.

Tornando ai gestori di questa misteriosa zona in bilico tra conscio e subconscio, è giusto fare un ulteriore parentesi su Caroline e Justine. Le due gemelle hanno delle personalità opposte, mentre Caroline odia i Phantom Thieves of Hearts e si augura l’arresto di tutti i suoi membri, Justine è più calma e discreta nei confronti del protagonista. Entrambe lo trattano come un prigioniero e Caroline, in particolar modo, non ha granché in considerazione il protagonista.

Questo rapporto si evolverà verso una relazione di amicizia in funzione della Confidant, una meccanica di gioco simile a quella dei Social Links di Persona 3 e Persona 4. Il protagonista si ritroverà quindi a costruire relazioni con determinati personaggi e da ciò otterrà dei benefici. Nello specifico in Persona 5, ogni legame con un determinato personaggio (o con gruppi di essi) sarà rappresentato da un Major Arcana, che nella serie Persona, sostanzialmente equivalgono, da un punto di vista funzionale, alle razze demoniache.

Livellare ogni Confidant conferirà sia dei bonus specifici alle Persona strettamente legate a quell’Arcana sia a sbloccare nuove abilità e benefici che influenzeranno le Palace Run. A differenza degli altri titoli della serie, i Tarocchi che vanno a simboleggiare le relazioni, sono scritti in francese anziché in inglese e sono, in numero di 21, basati sul formato dei Tarocchi di Marsiglia.

Come accadeva per il Social Link di Margaret, l’avvenente donzella che ricopre il ruolo di assistente della Velvet Room in Persona 4, si potranno scalare i ranghi del Confidant completando specifiche richieste di fusione tra Persona dotate di particolari abilità.

Persona 5
Le Persona beneficiano dal processo di fusione attuabile nella Velvet Room.

Altro fulcro della serie, come già ampiamente detto, sono le Persona, le entità evocabili dal protagonista e dai suoi alleati. Nello specifico, questo personaggi fanno parte del gruppo dei Phantom Thieves of Hearts, che includono il protagonista, Ryuji Sakamoto, Ann Takamaki e Morgana, hanno lo scopo di sovvertire la società di cui si sentono prigionieri. I loro obiettivi sono gli “adulti corrotti” e dovranno rubare i loro cuori per ribellarsi a questo sistema che gli ha fatto smarrire il senso di appartenenza ai luoghi a loro familiari e alla società stessa. Nella ricerca di libertà e liberazione non si faranno scrupoli a compiere azioni illegali per raggiungere il proprio scopo.

Per rimanere fedeli alla trama e alle tematiche trattate, le Persona di cui i protagonisti saranno dotati fin dal principio del gioco, sono rappresentate da figure picaresche e fuorilegge, le quali vanno quindi a rispecchiare le personalità dei propri possessori e le più recondite e castigate passioni.

Abbiamo Arsène Lupin, il ladro gentiluomo nato dalla penna del francese Maurice Leblanc; il leggendario William Kidd, conosciuto anche come Captain Kidd, mariano scozzese che fu giustiziato per presunta pirateria al suo ritorno dal viaggio nell’Oceano Indiano; la Carmen della novella di Prosper Mérimée e del celebre adattamento in forma d’opera da parte di Georges Bizet; Don Diego de la Vega, alias Zorro, il giustiziere mascherato creato agli inizi del novecento dallo scrittore pulp Johnston McCulley; Ishikawa Goemon, il semi leggendario eroe fuorilegge nipponico del 1500; la Papessa Giovanna, considerata dagli storici a metà tra mito e leggenda; il Necronomicon, il famoso grimorio fittizio presente nelle storie di H.P. Lovecraft, scritto da Abdul Alhazred; ed infine Milady de Winter, la spia del Cardinale Richelieu ed uno dei principali antagonisti de I Tre Moschettieri di Alexandre Dumas.

I meravigliosi riferimenti alla letteratura non si esauriscono qui perché, come abbiamo già detto nella sezione riguardante la Velvet Room, Caroline Beaufort e Justine Moritz, personaggi del Frankenstein di Mary Shelly, cedono il loro nome ai due gemelli che ci assisteranno alla “prigione”. La loro fusione, Lavenza deve il nome ad Elizabeth Lavenza, compagna di Victor Frankenstein, protagonista del romanzo.

Persona 5
La ghigliottina è il macabro mezzo per mettere in pratica la fusione.

Importante poi, sempre nel contesto di prigionia che permea tutta la produzione, è il significato della parola Shujin, il nome della scuola superiore frequentata dal protagonista. È stato creato volutamente un gioco di parole con il termine Shūjin, che in giapponese significa “prigioniero”.

Come inizialmente accennato nella sezione riguardante gli Arcana, le Persona in questo episodio della serie, sono inquadrabili in determinate categorie: Fool, Magician, Priestess, Empress, Emperor, Hierophant, Lovers, Chariot, Justice, Hermit, Fortune, Strenght, Hanged Man, Death, Temperance, Devil, Tower, Star, Moon, Sun, Judgement.

Sono raccolti nel Persona Compendium e, volendo creare un piccolo sottoinsieme, si possono inoltre identificare le Intitial Persona, che rappresentano intimamente la psiche del possessore, e le Ultimate Persona, forme evolute di queste ultime una volta raggiunto il massimo livello in specifiche relazioni Confidant dei membri del party.

Ulteriori Persona saranno sbloccabili tramite contenuto aggiuntivo in formato di DLC a pagamento, verranno aggiunti al Persona Compendium e saranno utilizzabili normalmente per la fusione ma non contribuiranno alla percentuale di completamento del compendio stesso.

Il titolo targato Atlus, sta facendo incetta di voti altissimi e ne ha ben donde, data la profondità narrativa e delle meccaniche di gameplay che, man mano, potrete scoprire insieme a noi nella nostra serie di speciali su Persona 5.