Salt-and-Sanctuary-1-1280x720

Salt and Sanctuary sbarca finalmente su PS Vita

24 marzo 2017 Di News · PlayStation Vita

PS Vita continua a d essere supportata da alcune software house. Una di queste è Sickhead Games che pubblicherà nei prossimi giorni Salt and Sanctuary.

PS Vita è stata una console molto "sfortunata" per certi aspetti, non in grado di essere apprezzata dall'utenza e ben presto dimenticata anche dalla casa madre giapponese. Questo non significa che questa console portatile non debba più ricevere titoli, come nel caso di Salt and Sanctuary.

Si tratta del gioco sviluppato da Sickhead Games, che si rifà ad alcune meccaniche di Dark Souls, riproponendole in un platform molto particolare. QUesto curioso titolo debuttò su PC e PlayStation 4 qualche tempo fa.

Ora la software house ha annunciato che il gioco approderà anche su PS Vita a partire dal 28 marzo. Su PlayStation 4 il gioco debuttò quasi un anno fa, vale a dire il 15 marzo 2016.

Best-PS-Vita-games-holding-

Salt and Sanctuary: gli sviluppatori invitano i giocatori a calmarsi

Ska Studios ha da poco rimproverato i giocatori che richiedono in modo fastidioso e offensivo Salt and Sanctuary in versione PS Vita.

"Da oggi cancelleremo tutti i messaggi che ci saranno inviati circa la versione PS Vita del gioco", ha detto il fondatore James Silva sulla sua pagina di Facebook. "Noi stiamo lavorando ai bug, alle localizzazioni e altro, mentre un altro studio si sta occupando del porting su PS Vita".

"Rimproverare uno studio per qualche ritardo, anche in modo offensivo, non è assolutamente una cosa bella", continua Silva in tono piuttosto duro. "Nei miei anni di carriera assistevo al 95% di sostegno e il 5% di giocatori insistenti e offensivi, mentre ora siamo 50% sostegno e 50% offensivi".

"Questo non è un problema poi così grande, ma è brutto vedere come la community diventa mano mano sempre più orribile e tossica".

La versione PS Vita è sviluppata da Sickhead Games, lo studio responsabile per le versioni Vita di Axiom Verge, Towerfall, e Octodad: Dadliest Catch. Il problema del ritardo sembra essere una grossa difficoltà nel porting e lo studio ce la sta mettendo tutta per fare prima.

Continua a leggere