Daymare: 1998 è un videogioco sviluppato dallo studio italiano Invader Studios. Dopo essersi presentato in diverse occasioni durante molte fiere, il titolo è approdato su Kickstarter dove sta attualmente raccogliendo i fondi necessari alla produzione.

Si tratta di un survival horror dalle meccaniche che pescano a piene mani dal passato di una certa saga di Capcom, non a caso gli sviluppatori qualche anno fa si erano cimentati nel creare una remastered di Resident Evil 2, poi interrotta, ricevendo comunque le lodi dello sviluppatore giapponese.

Ovviamente nonostante la campagna lo sviluppo del titolo non si è interrotto e anzi sta proseguendo. Gli sviluppatori hanno annunciato che Daymare: 1998 avrà tra le tante opzioni la possibilità di impostare una telecamera fissa, anziché la classica terza persona.

Questa si ispira ad i classici horror del passato, di cui l'intera opera cerca di essere un tributo. Oltre a ciò, se la campagna dovesse volgere per il meglio il gioco sarà rilasciato anche su PlayStation 4 e Xbox One.

Ad oggi, la campagna Kickstarter di Daymare: 1998 che potete trovare qui è ancora agli inizi e si concluderà a fine marzo.

Daymare: 1998

Annunciato Daymare: 1998 dagli italiani Invader Studios

Lo studio italiano Invader Studios è orgoglioso di annunciare Daymare: 1998, un’esperienza survival horror hardcore ispirata allo stile visivo e alle atmosfere evocate dai film cult degli anni 90.

Il gioco è sviluppato con Unreal Engine 4 e sarà disponibile per PC Windows.

Daymare: 1998 vanta la collaborazione di Satoshi Nakai, ex game artist di Capcom (Resident Evil 0, Resident Evil Code Veronica), attualmente impegnato nel design delle letali creature che infesteranno il gioco.

Il team di sviluppo italiano Invader Games stava lavorando a Resident Evil 2 Reborn, un remake non ufficiale del secondo capitolo della saga uscito 17 anni fa.

Il titolo nacque dall’idea del gruppo italiano di rendere omaggio a uno dei più grandi titoli mai creati nel mondo videoludico attraverso una rivisitazione in chiave moderna utilizzando l'Unreal Engine 4 di Epic.

Continua a leggere