Nelle prossime settimane il gruppo NPD aggiungerà alle sue relazioni mensili sui dati delle vendite dei giochi anche gli introiti generati dal mercato dei titoli digitali.

Il gruppo ha deciso di espandere il suo servizio, che fino a questo momento era rivolto alle sole vendite "fisiche". NPD era stato criticato duramente negli scorsi mesi per non aver compiuto questo passo in tempi meno lunghi, ma tramite un comunicato stampa l'azienda ha spiegato bene i cambiamenti del proprio servizio:

"Dopo diversi anni di test in versione Beta, il servizio di monitoraggio dei giochi digitali consentirà ai clienti di comprendere le dimensioni e la crescita anche del mercato digitale, analizzando sia i prezzi che altri parametri speciali".

"Combinando ciò con i dati fisici messi a disposizione da NPD, i nostri clienti potranno ottenere una migliore comprensione dell'interazione tra i canali di vendita fisici e quelli digitali".

Fonte